SMSI di Rovigno. Una scuola rivolta verso il futuro

Cristina Golojka

Buone notizie per tutti coloro che quest’anno, terminata la scuola elementare, dovranno affrontare il periodo sempre più vicino delle iscrizioni alla scuole medie e superiori. La Scuola media superiore italiana ripartirà a settembre con un’offerta formativa ancora più ricca. Infatti, accanto ai programmi del liceo generale, dell’indirizzo di tecnico fisioterapista, di estetista medic,o grazie al benestare del Ministero della Scienza e dell’Istruzione potrà essere realizzato il nuovo programma di perito economico, entrato in vigore da quest’anno, nonché il programma per commessi.
I nuovi programmi pongono maggiormente l’accento sul tirocinio formativo e sulle lezioni pratiche, da svolgere in aule specializzate e secondo un programma particolare. La SMSI ha soddisfatto tutte le condizioni necessarie per poter attuare i nuovi programmi e i criteri prescritti dal Ministero competente.
In questo modo, l’offerta formativa della scuola diventa ancora più completa, soprattutto perché dotata anche di un programma triennale, quello dei commessi.
La preside dell’istituto, Ines Venier, si è detta soddisfatta anche dell’interesse e del lavoro dei due nuovi indirizzi introdotti precedentemente, ossia quelli di tecnico fisioterapista ed estetista medico. Quest’ultimo è stato attivato l’anno scorso, ma gli alunni iscritti hanno avuto più volte occasione di dimostrare le abilità apprese finora, anche perché la scuola ha avviato il progetto delle Giornate delle porte aperte, durante le quali gli alunni possono esibire quanto appreso nel corso delle attività svolte durante le lezioni. La scuola aderisce anche a diverse azioni benefiche organizzate dalle varie associazioni e organizzazioni no profit, tra cui la Croce rossa, l’associazione “Il nostro sogno è il loro sorriso” (“Naš san njihov osmijeh”) e della Caritas ed è particolarmente attiva nelle attività di volontariato.
Oltre a ciò, continua anche la collaborazione con l’azienda “Maistra” e con diverse ditte e centri wellness locali per l’espletamento del tirocinio formativo.
Dopo aver terminato con successo il prestigioso programma “Erasmus +”, un progetto che è stato di importanza significativa per tutti gli alunni che vi hanno partecipato, con scambi culturali all’estero e iniziative che dal punto di vista educativo sono state davvero preziose, ora la SMSI sta valutando di includersi in uno dei progetti che prevedono anche l’espletamento del tirocinio all’estero, una prassi sempre più diffusa, soprattutto negli ultimi tempi. Come sottolineato dalla preside, la scuola è fortemente convinta nell’utilità di tali programmi per i ragazzi, vista soprattutto la grande esperienza della SMSI nel campo di progetti a livello europeo.
Inoltre, la scuola ha avuto successi particolari anche nell’ambito dell’implementazione dello studio territoriale, portato avanti quest’anno con il tema “Monasteri a Rovigno”, presentato il 3 maggio scorso al Festival della territorialità che si è tenuto ad Albona e il cui opuscolo si trova attualmente in stampa grazie al sostegno della Regione istriana.
Oltre a progetti maggiori, la scuola offre ai propri alunni numerose attività extracurricolari, con diversi laboratori che variano ogni anno in base agli interessi e alle affinità degli alunni. “Quest’anno – ha rilevato la preside – siamo particolarmente orgogliosi dei risultati nell’ambito del programma di autovalutazione, che prevede un sondaggio sulla soddisfazione degli alunni e dei genitori con i programmi della scuola. Oltre alla conferma di numerosi giudizi positivi, stiamo formulando anche proposte di miglioramento in base ai suggerimenti scaturiti dal sondaggio”, ha annunciato Venier, sottolineando che la SMSI è rivolta sempre verso il futuro, al passo con i tempi e pronta a offrire ai propri allievi condizioni ottimali.

Facebook Commenti