Danijel Ferić non si dà per vinto: «Farò ricorso»

Danijel Ferić dopo la pubblicazione dei risultati del voto

È stata una battaglia all’ultimo voto quella per l’elezione del nuovo presidente della Regione istriana. Alla fine, a spuntarla per 54 voti è stato il candidato della Dieta democratica istriana, a cui non sono, però, andati i complimenti del suo rivale, Danijel Ferić, il quale ritiene che la battaglia sia tutt’altro che chiusa. “Intendo presentare ricorso e richiedere il riconteggio dei voti a Pola e perché no, anche in tutta l’Istria”, ha commentato a caldo, ieri sera, il candidato del Partito socialdemocratico, che nel prosieguo del discorso ha precisato come il riconteggio sia più che necessario poiché soltanto nel principale centro urbano dell’Istria le schede nulle sono state oltre 400. Detto questo, Ferić ha rilevato che al primo turno di queste elezioni amministrative l’SDP ha riacceso la fiamma della speranza nei cittadini, dimostrando che il cambiamento è possibile. “Abbiamo dimostrato agli istriani che ci sono alternative migliori alla Dieta democratica istriana. Alternative che desiderano costruire una Regione dove tutti possano avere le stesse possibilità”, ha commentato Ferić, che ha poi rilevato come il cambiamento è avvenuto a Pola, dove il nuovo sindaco sarà l’indipendente Filip Zoričić, tra l’altro sostenuto in questo secondo turno proprio dall’SDP.
”Il cambiamento non è avvenuto soltanto a Pola – ha continuato il socialdemocratico –, ma anche a Pisino, con Suzana Jašić, a Pinguente con l’indipendente Damir Kajin, e poi Portole, Verteneglio, Gallignana e in altre località della penisola. “L’Istria ha votato per il cambiamento”, ha tuonato Ferić, che ha colto l’occasione per ringraziare le elettrici e gli elettori in Istria che sono andati a votare e che hanno detto in modo chiaro di volere un’Istria diversa, un’Istria migliore, un’Istria dove a fare la differenza non sia il possesso o meno della tessera della DDI. Ferić ha successivamente ripetuto ancora una volta che non appena saranno ufficializzati i dati di questo ballottaggio presenterà ricorso. Iniziativa confermata anche dal presidente dell’SDP, Peđa Grbin.
In conclusione, prima di lasciare la sede dell’SDP di Pola e raggiungere il neosindaco di Pola, Filip Zoričić, Ferić si è soffermato brevemente sulla sua campagna elettorale, definita costruttiva e propositiva.

Facebook Commenti