Vita da cani? Ma dai… (foto)

Aumenta il numero di spiagge per i cani. Il fotoreportage della Voce

Segnali di una sensibilità crescente nei confronti degli animali arrivano anche dall’aumento del numero di spiagge per i cani. A Fiume e nel circondario “Fido” può divertirsi a Cantrida, in Brajdica, Kostrena, Abbazia, Icici, Laurana e Draga di Moschiena.
Vita dura, difficile, piena di stenti, paragonabile a quella di un povero randagio. In poche parole una vita da cani. Sebbene questa affermazione si riferisca alla vita sfortunata che i nostri amici a quattro zampe sarebbero destinati a vivere, la verità è che molti di loro se la passano da re. Forse l’origine di questa frase riguarda i cani randagi, che i proprietari di negozi di generi alimentari cacciavano fuori in modo sgradito. La verità è che loro, anche se se la passano male, sono sempre pronti a dimostrare affetto a chi li tratta bene.
I nostri amici a quattro zampe sono sempre con noi, anche e soprattutto durante le vacanze estive. Perché si sa, una famiglia si muove sempre unita quando le circostanze lo consentono. In particolare, quando si è in villeggiatura in una località balneare, è un piacere portare il cane al mare, facendolo divertire fra ciotoli e spruzzi d’acqua.

 

Facebook Commenti