JGL. Il sostegno degli scienziati

Il Consiglio scientifico della Jadranski galenski laboratorij

La Jadranski galenski laboratoriji (JGL) di Fiume, la più grande azienda farmaceutica controllata dal capitale croato, ha unito le forze con dieci scienziati di prim’ordine al fine d’aumentare il suo potenziale nella sfera della ricerca e dello sviluppo (R&S). In seno alla JGL è stato costituito ieri il Consiglio scientifico. Un organismo internazionale indipendente il cui obiettivo consiste nel sostenere i progetti tesi alla ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti e servizi. Il Consiglio è composto da dieci esperti di fama internazionale, attivi nel campo farmaceutico, dello sviluppo preclinico e clinico dei farmaci, della loro registrazione, come pure nella sfera del design e della tecnologia di distribuzione dei farmaci. I membri del Consiglio sono Zdravka Knežević (coordinatrice), Jag Ahluwalia, Andreas Bilstein, Hanning H. Blume, Vasil Ivanovič Popovič, Sonja Jandroković, Stipan Jonjić, Jasmina Lovrić, Marina A. Mokronosova, Özgen Özer e Vladimir Trkulja.

Mislav Vučić e Zdravka Knežević

“Desideriamo che la JGL sia un innovatore nello sviluppo di prodotti avanzati e diversificati nei nostri tre segmenti terapeutici strategici: la cura dell’influenza e dei raffreddori, l’oftalmologia e la dermatologia”, ha rilevato il direttore generale esecutivo della JGL, Mislav Vučić. “Parallelamente alla realizzazione del progetto INTEGRA 2020 – ha proseguito –, che ci consentirà d’unificare e potenziare sensibilmente le nostre capacità sia nel campo della ricerca e dello sviluppo che in quello produttivo, la creazione del Consiglio scientifico rappresenta un ulteriore passo avanti nello sviluppo di prodotti innovativi, con i quali incrementiamo il nostro ecosistema scientifico-innovativo”. “Lo scopo del Consiglio scientifico – ancora Vučić – consiste nell’indirizzare, in collaborazione con la JGL, le idee esistenti e stimolarne di nuove nell’ottica del portafoglio produttivo e tecnologico della compagnia su solide basi scientifiche”. Vučić ha dichiarato di essere estremamente orgoglioso del risultato raggiunto, ossia favorire il potenziamento della competitività della JGL rafforzando la sinergia tra la grande ricerca e il talento.

Il Consiglio scientifico della JGL sarà coordinato da Zdravka Knežević, direttrice delle Operazioni scientifico-professionali (in seno alla JGL) che in passato ha già maturato esperienze in progetti analoghi a livello globale. Con oltre 30 anni d’esperienza maturata nella sfera del R&S, della patentizzazione e della medicina clinica, all’inizio di quest’anno la dott.ssa Knežević si è unita all’ambizioso team della principale azienda farmaceutica croata. “Mi rallegra che l’opportunità di condividere le mie competenze e le mie esperienze mi si sia presentata proprio nella JGL. Mi allieta pure il fatto che potrò collaborare con un team fantastico, composto da scienziati provenienti dai Paesi dell’Unione europea, dal Regno Unito, dalla Russia, dall’Ucraina, dalla Turchia e dagli altri mercati globali.”, ha detto Zdravka Knežević. “Sono convinta che questo sia un grande passo avanti per la JGL e i nostri team, ma anche per la Croazia. Lo penso perché potremo sviluppare nuovi prodotti a beneficio dei pazienti e anche necessari ai medici per affrontare le sfide connesse al presente. Una sfida, questa, nella quale la scienza ha un ruolo primario”, ha concluso Zdravka Knežević.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.