Il nuovo orario degli autobus sconquassa i ritmi quotidiani

Foto: Goran Kovacic/PIXSELL

Josip Kukuljan, responsabile dell’iniziativa civica Contro un’Energo costosa nonché consigliere cittadino di Most non ha nascosto la sua soddisfazione nel presentare i risultati della petizione, promossa sabato scorso a Fiume, a favore del ripristino dell’orario degli autobus dell’Autotrolej, ovvero quello che era in vigore prima del 7 gennaio di quest’anno. “Sabato scorso in sole due ore abbiamo raccolto 340 firme. Siamo compiaciuti di quanto fatto anche se l’esito della petizione avrebbe potuto essere migliore. Molti cittadini, infatti, si sono rivolti a noi chiedendo di prolungare la raccolta di firme. Pertanto le sottoscrizioni saranno possibili i prossimi due venerdì di gennaio nonché l’ultimo sabato di questo mese e il primo sabato di febbraio. Durante i giorni lavorativi la raccolta di firme si avrà dalle 9 alle 11 e dalle 16 alle 18, mentre i sabati solo durante la mattinata dalle 9 alle 11” ha fatto sapere Kukuljan che questa mattina in Corso, assieme ad altre rappresentanti dell’iniziativa predetta si è rivolto ai giornalisti.

I rappresentanti dell’iniziativa “Contro un’Energo costosa”. Foto: Virna Baraba

“Le firme raccolte verranno consegnate al direttore dell’Autotrolej, Alberto Kontuš e pure allo zupano Zlatko Komadina in quanto siamo dell’opinione che della questione si debba occupare anche la Regione litoraneo-montana. La consegna avverrà nel corso della prossima sessione dell’Assemblea regionale. „Siamo nel XXI secolo: i trasporti pubblici dovrebbero essere „in“ e le automobili „out“ se vogliamo combattere l’inquinamento e tutelare l’ambiente“ ha dichiarato Kukuljan spiegando perché la petizione sia stata intitolata „Con l’Autotrolej, al posto dell’automobile“. Per Korina Bralić di Fiume, invece, il diradamento delle linee urbane e suburbane sta creando non pochi problemi agli alunni costretti a spendere tempo nel trasferimento da un pullman all’altro per partecipare ad attività extrascolastiche invece di dedicarsi allo studio. Insomma il nuovo orario dell’Autotrolej non va a genio ad alunni, studenti e lavoratori in quanto sta sconvolgendo i loro ritmi quotidiani. Le ha fatto eco Zorica Krndija di Svilno. “Il nuovo orario degli autobus, entrato in vigore agli inizi di gennaio, ha mandato su tutte le furie i fruitori delle linee 12, 14 e 16 che sono a disposizione ogni 90-120 minuti. L’ultimo pullman prima partiva dal Delta alle 22,45, ora è stato anticipato alle 22.30 mettendo in serie difficoltà coloro che lavorano fino alle 21 e anche oltre, come ad esempio in negozi, centri commerciali, ristoranti, ospedali. Venticinque anni fa, ad esempio, l’ultimo bus partiva alle 23!”, si è lamentata la Krndija. Staremo a vedere quali saranno gli sviluppi di questa spiacevole situazione.

Facebook Commenti