Fiume. Via Krešimir: modifiche al traffico

Il parcheggio dell’ex rivendita Graziani in Braida. Foto: Goran Žiković

I lavori in via Krešimir proseguono a ritmo serrato e nel rispetto dei termini previsti, con tutte le difficoltà che ciò comporta nel traffico stradale. La complessità dell’opera di ricostruzione in alcune zone si riflette inevitabilmente sulla circolazione, che subirà ulteriori modifiche. È il caso della parte orientale della via che, come informa la Rijeka promet, dal 18 gennaio al 31 marzo subirà un ulteriore “rivoluzione”, con la deviazione del traffico attraverso il parcheggio dell’ex rivendita Graziani in Braida (ex magazzino delle Ferrovie). A lavori completati, la circolazione stradale ritornerà sulle precedenti corsie provvisorie. Domani, 17 gennaio, l’area del parcheggio verrà completamente asfaltata e dotata della segnaletica stradale temporanea.
La nuova regolamentazione del traffico comporterà delle modifiche anche nella circolazione degli autobus del trasporto urbano e suburbano. In zona Braida le fermate nei pressi del ristorante Index saranno soppresse e verrà cancellato il passaggio pedonale. L’entrata meridionale di via Manzoni verrà completamente chiusa al traffico. I mezzi d’intervento vi potranno accedere entrando dalla parte nord della suddetta via, mentre la fermata degli autobus verrà provvisoriamente soppressa.
Di fronte alla Stazione ferroviaria, la fermata degli autobus (direzione ovest), attualmente soppressa, verrà invece ripristinata per tutte le linee. Le linee 5, 11 e 19 transiteranno sulla strada superiore (Delta, via Cindrić, via M. Smokvina Tvrdi, piazza Tito, via Grohovac) per poi rientrare sul percorso usuale (via Primo maggio), mentre al ritorno transiteranno sul percorso regolare.
La linea 4 da via Martiri antifascisti proseguirà oltre il ponte e via Rade Šupić, per imboccare via Strossmayer, attraversare piazza Tito e proseguire sul corridoio settentrionale. Al ritorno seguirà il percorso abituale. Tutte le fermate saranno operative anche per le linee provvisorie.

Facebook Commenti