Fiume e Austria unite da una storia comune

Il presidente Zlatko Komadina e la vicesindaco Sandra Krpan, hanno accolto l'ambasciatore austriaco in Croazia, Josef Markus Wuketich

L’incontro in Regione

I rappresentanti della Regione litoraneo-montana e della Città di Fiume, hanno organizzato un incontro in comune per l’ambasciatore austriaco in Croazia, Josef Markus Wuketich, nella sede della Regione. L’ambasciatore, accompagnato da Sonja Holocher-Ertl, direttrice dell’Ufficio per il commercio estero, e da Georg Gavrilović jr, console onorario a Fiume, è stato accolto dal presidente della Regione, Zlatko Komadina e dalla vicesindaco Sandra Krpan. Durante l’incontro, Komadina e Krpan hanno voluto sottolineare gli ottimi rapporti tra l’Austria e la Croazia, che sono visibili anche dagli scambi che avvengono tra le due nazioni a livello commerciale, dalla collaborazione culturale e dai dati turistici. Komadina ha parlato dei grandi investimenti che vengono fatti dalla Repubblica di Croazia nel porto e nell’infrastruttura stradale. Ha inoltre dichiarato che spera che in futuro vengano rafforzate le attività legate al corridoio ferroviario 5A verso Vienna.

 

Josef Markus Wuketich ha commentato il fatto che l’Austria è uno dei maggiori investitori nell’economia croata, con circa 800 ditte austriache in Croazia che danno lavoro a oltre 35mila dipendenti. Parlando della collaborazione con la Città e la Regione, Wuketich si è soffermato sulla pluriennale collaborazione nel settore della cultura, in particolar modo durante i programmi di Fiume Capitale europea della Cultura 2020, con la mostra di Klimt. “Abbiamo una storia che ci accomuna e di conseguenza oggi abbiamo tanti collegamenti sia dal punto di vista culturale che economico”, ha detto l’ambasciatore.

Presente all’incontro in Regione anche Mladen Brajan, ff di capodipartimento regionale per il turismo, l’imprenditoria e lo sviluppo rurale, nonché Jana Sertić, capodipartimento cittadino per l’imprenditoria.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.