CI di Fiume. Aspettando la sfilata, tutti al lavoro

I soci del gruppo Circolo alle prese con la creazione degli accessori per il costume. Foto Ivor Hreljanovic

Con l’avvicinarsi della Sfilata internazionale del Carnevale fiumano, in programma il 23 febbraio prossino, tutti i gruppi partecipanti in questo periodo stanno lavorando alacremente per terminare in tempo costumi e carri allegorici. Ovviamente anche il gruppo Circolo della Comunità degli Italiani, i cui membri in questi giorni hanno organizzato dei laboratori per lavorare sugli accessori del costume, indispensabili per apparire quanto più spettacolari.
Come ci è stato detto dalla capogruppo Daniela Zubović, la compagnia si riunisce saltuariamente per decidere il tema annuale e poi per definire i dettagli di un’opera alquanto complessa, quella della realizzazione del costume, dei disegni del carro allegorico e la sua conseguente costruzione e, fatto molto importante, il coordinamento dell’arrivo degli amici di Este, che partecipano da numerosi anni alla sfilata assieme al gruppo fiumano.
Quest’anno il tema scelto della compagnia sarà “Galeb(i) cucal(i)”, un allegoria della tanto discussa “bananiera”, il cui restauro è stata al centro di polemiche e di accese e interminabili discussioni in sede di Consiglio cittadino. “I costumi sono a buon punto e ora stiamo terminando gli accessori di gommapiuma e tessuto, che sono importantissimi per la riuscita del nostro progetto. Il carro allegorico verrà realizzato dai nostri bravi ‘artigiani’ Danilo Klevisser, Livio Smilović, Livio Bastiancich e Raoul Rončević. Ma per questo c’è ancora tempo, in quanto i disegni sono pronti e tutto il materiale procurato”.
Il gruppo Circolo partecipa da ben 26 anni alla Sfilata del Carnevale fiumano e da circa da venti vi si aggregano anche gli amici della città di Este. “Quest’anno saremo un centinaio a sfilare e siamo già adesso molto eccitati per quello che ci attende. Ma come ben sappiamo basta la buona volontà per assicurare tanta allegria e divertimento. Poi sempre in compagnia, al termine della nostra passeggiata lungo tutto il tragitto della Sfilata, ci riuniremo in Comunità a seguire gli altri gruppi carnevaleschi, a commentare e a divertirci fine a notte fonda” ha concluso Daniela Zubović.

Facebook Commenti