Capodistria apparecchia un fine d’anno coi fiocchi

La ricca agenda di eventi sarà aperta il 26 di questo mese con l’accensione delle luminarie con ospite d’eccezione Cristina D’Avena

0
Capodistria apparecchia un fine d’anno coi fiocchi
Ylenia Loredan, Aleš Bržan e Mojca Vojska. Foto: MARIELLA MEHLE

La città è quasi pronta per mostrarsi in tutto il suo splendore e riscaldare l’atmosfera festiva all’aperto, attesa da tutti con entusiasmo dopo due anni di restrizioni dettate dalla pandemia. L’inaugurazione ufficiale del “Fantainverno” avverrà con l’accensione delle luminarie il 26 novembre alle ore 17 in piazza Tito. Le decorazioni luminose saranno simili a quella dell’anno scorso e viste le misure di contenimento dei costi, sui dispositivi di accensione saranno installati dei sistemi che le spegneranno durante la notte. Alla conferenza stampa di ieri a Palazzo Pretorio indetta dai fautori del progetto, l’Ente pubblico per i giovani, la cultura e il turismo, la direttrice Mojca Vojska ha sottolineato che il programma è stato ideato per soddisfare un pubblico quanto più vasto e la cui realizzazione è stata affidata all’agenzia “Koda events”. Il sindaco Aleš Bržan ha spiegato che le luminarie sono un’attrazione turistica che richiamano visitatori da diverse parti della Slovenia e oltre confine, per cui non si potevano eliminare. Ha aggiunto che negli ultimi anni a Capodistria si è investito parecchio per farla diventare una destinazione turistica e ora occorre impegnarsi affinché le capacità ricettive vengano riempite anche al di fuori dell’alta stagione, senza dimenticare di regalare ai capodistriani un’atmosfera gioiosa in prossimità delle festività di dicembre. Ha quindi rivelato che l’ospite speciale invitato a inaugurare il “Fantainverno” sarà Cristina D’Avena, nota a quanti sono cresciuti con i cartoni animati degli anni ‘80 e ‘90. In contemporanea sarà aperta la pista di pattinaggio presso la Taverna e anche quest’anno gli alunni delle scuole elementari del Comune di Capodistria potranno pattinare gratuitamente come parte del programma scolastico mattutino. Nel piazzale del Museo tra le ore 15 e le 21 si svolgerà l’edizione invernale dell’”Altroke Istria Gourmet Festival”, ha spiegato Ylenia Loredan dell’Ente pubblico, mentre nei fine settimana sono previsti concerti ed esibizioni musicali. Le domeniche, invece, saranno dedicate alle passeggiate dell’Avvento, quando i visitatori accompagnati da guide esperte potranno visitare le chiese minori che per l’occasione apriranno le loro porte. Tra il 2 e il 4 dicembre in piazza Tito sarà allestita la Fiera di San Nicolò, che offrirà diversi prodotti artigianali. I più piccoli potranno trascorrere le mattinate dei sabato e delle domeniche presso la sala eventi “San Francesco d’Assisi” dove si terranno diversi spettacoli e le consuete visite di San Nicolò e Babbo Natale. Durante il periodo saranno allestite pure le casette di legno per i ristoratori in piazza Tito, lungo il mandracchio e nel piazzale vicino all’edificio dell’ex Amministrazione marittima, cornice tra l’altro del mini parco divertimenti per bambini. Capodistria entrerà nell’Anno nuovo insieme ai gruppi Ne me jugat e Big Foot Mama, che si esibiranno nella piazza centrale e concluderanno il programma di Capodanno il cui valore si aggira sui 150.000 euro. L’atmosfera festiva con le luminarie, il cui costo non supererà i 1.500 euro mensili, si concluderà l’8 gennaio quando verrà chiusa anche la pista da pattinaggio.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display