Pirano capitale. L’Onda si estende

Il logo del progetto

Si aggiunge un altro importante tassello al progetto della Capitale europea della
Cultura 2025 con sede a Pirano e nei Paesi limitrofi. Come comunicato dal Comitato che conduce i preparativi per l’importante iniziativa, il 24 e 25 agosto sarà fatto un altro passo avanti per l’accrescimento culturale del territorio con una serie di laboratori. La municipalità sta per entrare nella seconda fase del delicato avvicinamento alla candidatura per la Capitale europea della Cultura (CEC), che dischiude nuovi ambiti di confronto per tutti i partecipanti. Proseguirà sotto il motto “L’onda del cambiamento”, confermato anche per la fase successiva e abbraccerà i quattro comuni costieri dell’Istria, che hanno iniziato a promuovere la loro collaborazione istituzionale con un divertente acronimo: PIKA (che sta per Pirano, Isola, Capodistria, Ancarano). L’onda raggiunge per la prima volta l’intera regione istriana, superando i confini, dalla Croazia, a Trieste, Muggia e Venezia in Italia, che affiancano i quattro comuni costieri per un progetto europeo comune in ambito culturale.
Il team sta ora preparando il secondo dossier di candidatura, che sarà fondamentale per il processo di selezione della città candidata in Slovenia per il 2025 e in questo processo creativo si inserisce il progetto “Masegno”, serie di workshop per il rafforzamento delle competenze culturali del nostro territorio. Valenti esperti affiancheranno i responsabili del progetto CEC piranese nel rafforzamento delle capacità progettuali nel settore culturale del territorio, mettendo a disposizione il loro ricco bagaglio di conoscenze ed esperienze. Si tratta della dott.ssa Agata Etmanowicz, esperta nei processi di audience development, docente universitaria, della dott.essa Suzana Žilič Fišer, esperta di mass media e comunicazione e del dott. Ulrich Fuchs, esperto di fama internazionale, che illustrerà l’implementazione del progetto CEC Marsiglia, Provenza 2013.
Gli interessati sono cordialmente invitati ai laboratori presso il Palazzo municipale in Piazza Tartini a Pirano, o a seguirli attraverso la piattaforma online Zoom. Il traguardo finale prefissato è contribuire a creare un futuro culturale migliore per Pirano, Isola, Capodistria e Ancarano.

Facebook Commenti