Slovenia. Sospeso lo stop ai viaggi nei Paesi sulla lista rossa

Un valico di confine tra Croazia e Slovenia

La Corte costituzionale slovena ha sospeso temporaneamente la decisione del governo sul divieto di viaggiare nei Paesi che si trovano sulla lista rossa, tra cui anche la Croazia. La delibera non sarà applicata fino alla decisione definitiva sulla sua armonizzazione con la Costituzione.
“Il diritto alla libertà di movimento è una delle principali libertà previste da numerose convenzioni internazionali, e riveste un ruolo chiave per il funzionamento del sistema democratico”, scrivono i giudici. “L’applicazione di questa decisione del governo limita il diritto di un gran numero di cittadini sloveni”. Sulla lista rossa dell’Esecutivo sloveno si trovano 158 Paesi, tra cui anche la vicina Croazia, dove molti cittadini sloveni non possono raggiungere i propri immobili, le proprie imbarcazioni o i familiari. Il governo ha approvato questo decreto il 29 marzo e le eccezioni riguardavano le persone che sono guarite dal Covid o coloro che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino.
La decisione della Corte costituzionale ha mandato su tutte le furie il ministro degli Interni, Aleš Hojs: “E’ evidente che la Slovenia non si libererà del virus ancora per molto tempo”.

Facebook Commenti