Schianto drone a Zagabria: «Errore imperdonabile della Nato»

0
Schianto drone a Zagabria: «Errore imperdonabile della Nato»

«È un errore imperdonabile della Nato. Farsi sfuggire un drone militare è inammissibile, soprattutto perché ha volato indisturbato dalle zone di guerra nell’Ucraina, attraverso la Romania e l’Ungheria per schiantarsi nella capitale di uno Stato membro dell’Alleanza atlantica”. Lo ha dichiarato Ivan Selak, pilota militare croato in pensione. Parlando ai microfoni del canale all news N1, Selak si è detto “scioccato da una simile leggerezza proprio mentre in Ucraina è in corso una brutale guerra”. Il pilota croato ha voluto sottolineare che si tratta di un velivolo prodotto a cavallo degli anni ’70 e ’80 e quindi “difficilmente era invisibile ai radar come ad esempio alcuni droni di nuovissima generazione”. Perciò, “l’errore dei sistemi di controllo della Nato è ancor più imperdonabile”. Selak ha concluso affermando che il drone si è schiantato probabilmente perché rimasto senza carburante. “Se ci fosse stato del carburante, il velivolo sarebbe esploso, ma così non è stato”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display