Riforma statutaria: le Comunità degli Italiani si esprimano

0
Riforma statutaria: le Comunità degli Italiani si esprimano
Palazzo Modello ospita al quarto piano la sede del’Unione Italiana. Foto Željko Jerneić

Il presidente dell’Unione Italiana (UI), Maurizio Tremul, ha inviato all’attenzione delle Comunità degli Italiani (CI) una circolare tesa a incentivare il dibattito istituzionale pubblico sulle proposte di Statuto dell’UI. “L’attuale processo in atto di riforma statutaria dell’UI e degli atti e regolamenti che ne conseguiranno, riveste una grande importanza non solamente per la stessa UI, ma anche per tutte le CI ad essa associate anche in relazione a eventuali adeguamenti statutari da parte delle medesime CI e per l’intera Comunità Nazionale Italiana in Croazia e Slovenia alla luce del ruolo rappresentativo unitario della nostra massima organizzazione”, ha scritto Tremul. “Per tali motivi è fondamentale che in questo percorso decisionale – ancora il presidente dell’UI – via sia una quanto più ampia, democratica, trasparente e pubblica partecipazione dei massimi organi rappresentativi delle CI, nonché delle nostre e dei nostri connazionali”. Nella lettera Tremul ha segnalato anche che il mandato dei consiglieri e dei presidenti dell’UI, come pure quello di numerose CI, è prossimo alla sua scadenza naturale, il 18 luglio 2022. “Di conseguenza in conformità alle disposizione di legge vigenti e nel rispetto del nostro Statuto, le elezioni saranno indette il 19 maggio 2022”, ha rilevato Tremul.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display