Case mobili nelle zone terremotate. Istria e Italia in prima fila

Il tir con i mobile home in partenza dall'Italia

Le prime case mobili per gli abitanti delle zone terremotate che hanno perso tutto nel sisma di martedì scorso sono giunte questa mattina a Glina. L’arrivo dei mobile home in uno dei luoghi più colpiti dal sisma, è stato salutato dal ministro della Difesa, Tomo Medved e dal ministro del Turismo e dello Sport, Nikolina Brnjac. Finora sono state assicurate 84 case mobili destinati alle famiglie più bisognose nella Regione di Sisak e della Moslavina, grazie ad un’azione coordinata tra il Ministero del Turismo e dello Sport, l’Associazione croata del turismo e l’Associazione camping nazionale. “Le prime case di questo tipo saranno messe in funzione già nel corso della giornata odierna. Dispongono di una piccola cucina, di un wc e possono allacciarsi alla corrente elettrica”, ha detto il ministro Brnjac.
Le case mobili sono state donate dalle seguenti aziende: Plava Laguna di Umago, Jadranka kampovi di Lussinpiccolo, Arena Hospitality Group di Pola, Maistra di Rovigno, Valamar, Kamp Monperin di Valle, Turisthotel di Zadra, azienda slovena Adria, Laguna di Cittanova, Karisma Hotels Adriatic, alberghi Živogošće, società CrippaConcept di Visignano, Nord mobil di Samobor e azienda Solaris di Sebenico.

Alcuni tir giunti dall’Istria con le case mobili. Foto Zeljko Lukunic/PIXSELL

Mobile home dalla Lombardia
“Con Crippaconcept e CR Abitare abbiamo organizzato l’invio di mobile home in favore degli abitanti croati colpiti dal terremoto che ha provocato distruzione e vittime soprattutto a Petrinja, Glina e Sisak, perché possano offrire un riparo sicuro a chi ha più bisogno, in
tempi brevi. A questo scopo cercheremo di coinvolgere tutti i nostri clienti della Croazia ma
anche gli italiani”. Lo ha dichiarato Sergio Redaelli, amministratore delegato di CrippaConcept e CR abitare, società con sede a Carate Brianza (MB). L’invio delle maxi-caravan è gestito direttamente dai collaboratori delle sedi croate, assieme ad Adriano Palman della Associazione camping della Croazia, Veljko Ostojić dell’Assoturismo croata e la governance dell’emergenza, i quali si occuperanno di assegnare le maxi-caravan alla cittadinanza colpita da questa immane tragedia.

Le case mobili pronte per essere consegnate nelle zone terremotate

Facebook Commenti