L’Assemblea dell’UI mercoledì a Capodistria

0
L’Assemblea dell’UI mercoledì a Capodistria
Palazzo Modello, sede dell’Unione Italiana. Foto: Željko Jerneić

L’Assemblea dell’Unione Italiana, torna a riunirsi dopo quasi tre mesi (84 giorni) di stop. Ai sensi dello Statuto UI, il presidente del massimo organo deliberativo dell’Associazione apicale degli italiani in Croazia e Slovenia, Paolo Demarin, ha fissato per domani 30 novembre la prossima seduta plenaria dell’Assemblea. La II sessione ordinaria dell’Assemblea UI si svolgerà negli spazi della Comunità degli Italiani “Santorio Santori” di Capodistria con inizio alle ore 17 e 30. La proposta di ordine del giorno dell’incontro che si svolgerà a Palazzo Gravisi-Buttorai prevede 12 punti: interrogazioni, interpellanze e mozioni; discussione e approvazione della proposta di delibera “Convenzione tra il MAECI, l’UI e l’UPT – Anno 2022”; discussione e approvazione della proposta di delibera “Regolamento sui pagamenti delle prestazioni intellettuali, delle indennità, dei lavori e dei servizi effettuati per conto e su incarico dell’UI”; discussione e approvazione della proposta di delibera “Regolamento interno sul riconoscimento delle spese per i viaggi di servizio effettuati per conto e su incarico dell’UI di Fiume”; discussione e approvazione della proposta di delibera “Ripartizione dei mezzi del cap. 4545 MAECI per il 2023”; discussione e approvazione della proposta di delibera “Ripartizione dei mezzi della Legge 73/01 per il 2023”. I lavori dovrebbero proseguire con la discussione e approvazione della proposta di delibera “Programma di lavoro e Piano finanziario dell’Unione Italiana per il 2022 – I assestamento – Programmazione delle attività, delle iniziative e degli interventi da finanziarsi con i mezzi della Legge 73/01, con i mezzi della Regione FVG, con i mezzi del Piano permanente, con i mezzi del Consiglio delle minoranze nazionali e dell’Ufficio per i diritti dell’uomo e delle minoranze nazionali della Repubblica di Croazia e con i mezzi dell’Ufficio per le minoranze della Repubblica di Slovenia, nonché con entrate proprie e altri introiti a favore della CNI in Croazia e Slovenia per il 2022”. Evaso questo punto la bozza dell’odg prevede che si passi a discutere e approvare le proposte di delibera attinenti al “Bilancio consuntivo per l’anno d’esercizio 2021 e relativa situazione finanziaria della società FINISTRIA s.r.l. di Fiume”, al “Bilancio consultivo per l’anno d’esercizio 2021 dell’EDIT di Fiume”; al “Bilancio consuntivo per l’anno d’esercizio 2021 del CRS di Rovigno” e al Bilancio consuntivo dell’UI di Capodistria per il 2021”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display