Istria. Ecco i numeri utili della Croce rossa

Le volontarie della Croce rossa all’opera

“Se avete più di 60 anni, se vivete da soli oppure insieme ad altri anziani e se al momento non avete la possibilità di uscire di casa per motivi di salute, ma avete bisogno di cibo o medicine, rivolgetevi ai nostri volontari”. Questo l’appello che l’organizzazione della Croce rossa istriana ha lanciato agli anziani e ai bisognosi, ma anche a chi si trova in quarantena. Nel prosieguo del comunicato, la Croce rossa informa che i suoi volontari saranno a disposizione ogni giorno dalle ore 10 alle 18 a partire da oggi.
La Croce Rossa ha inoltre fornito i numeri di telefono da contattare sulla base dei luoghi di residenza. Chi risiede a Pola è invitato a contattare i numero 543-708 oppure 543-713. I residenti a Buie e nelle località limitrofe possono, invece, chiamare il numero 772-446, mentre quelli residente del Pinguente il numero 662-445. Il numero da chiamare nell’Albonese è il 209-484. La Croce Rossa della Città di Pisino ha fornito, invece, un numero di cellulare: 091 162 4162. Un numero di cellulare è stato fornito anche dalla CR parentina: è lo 092 3526501. La Croce Rossa di Parenzo ha fornito inoltre un secondo numero telefonico:452 248. Naturalmente, per tutti i numeri il prefisso è lo 052 se si chiama dal cellulare.
Stop alla scuola guida
Il coronavirus ferma anche le scuole guida. Su indicazione della COVID-19 Task Force della Regione Istriana, l’associazione di categoria ha inviato a tutte le autoscuole del territorio la comunicazione della sospensione di tutte le attività, sia teoriche che pratiche. Al momento, gli addetti ai lavori non hanno fissato un termine preciso. Si sono limitati a dire che le autoscuole dovranno rimanere chiuse per un periodo che potrebbe oscillare tra le due e le quattro settimane. Naturalmente, molto dipenderà dall’evolversi della situazione e dalle indicazioni che saranno date di volta in volta dagli organi competenti. Per maggiori informazioni, gli iscritti alle scuole guida possono rivolgersi ai responsabili delle stesse telefonando oppure inviando sms o email. Le scuole guida invitano tutti a non presentarsi di persona negli uffici.

Facebook Commenti