Erste bank pro Gay Pride. “Chiuderemo i conti”

Il Gay pride a Zagabria. Foto: Slavko Midzor/PIXSELL

“18 anni d’amore.18 anni di lotta.18 anni di orgoglio. Festeggiamo la maggiore età alla sfilata del Gay Pride Zagabria a sostegno della comunità LGBTIQ l’8 giugno alle 15 nei pressi di Palazzo Mimara”. Il post è stato pubblicato alla vigilia della sfilata su Facebook, sul profilo ufficiale  dell’istituto bancario Erste bank.
Si contano un migliaio di commenti e reazioni di ogni tipo da beceri sfoghi omofobi alla minaccia di chiusura di conti correnti o interruzione di qualsiasi forma di collaborazione con una delle banche più popolari nel Paese. C’è chi invita la banca a sostenere l’iniziativa anti-abortista  “Marcia per la vita”, altri manifestano  soddisfazione per il post  e appoggiano senza riserve  la presa di posizione della banca stiriana.
In un comunicato la banca conferma “di aver ricevuto nei propri confronti reazioni di diverso tipo e tono, ma non ci sono segnali che dei clienti potrebbero intraprendere passi per chiudere i loro conti correnti”

Facebook Commenti