Croazia, statistica sulla soglia di povertà. Un’impresa arrivare a fine mese

Foto: Emica Elvedji/PIXSELL

La metà dei cittadini in Croazia non può permettersi una settimana di ferie annuali per tutta la famiglia. Più di un terzo dei cittadini croati o più precisamente il 35,5% di loro trova difficile o molto difficile sbarcare il lunario, il 44,4% sopravvive con poca difficoltà e solo un quinto dei cittadini  arriva a fine mese  per lo più facilmente, molto facilmente e facilmente. Lo dimostrano  i dati dell’Ufficio centrale di statistica sugli indicatori di povertà ed esclusione sociale nel 2019.
Il fatto che il 51,7% delle persone non sia in grado di pagare spese finanziarie impreviste con propri fondi familiari dimostra quanto sia pessimo lo standard della maggior parte dei cittadini croati.
Nell’ultimo anno il 15,7% delle persone ha pagato in ritardo mutui-casa, affitti, bollette o prestiti al consumo, il che rispetto alla media UE rappresenta un dato poco incoraggiante.
I cittadini croati più a rischio, l’8% , non può permettersi un pasto con carne, pollo, pesce o cibo vegetariano a giorni alterni e il 6,6% dei cittadini, invece, non può permettersi un riscaldamento adeguato nei mesi più freddi.

Facebook Commenti