Croazia. Nuove regole ai confini

Controlli al valico di confine croato-sloveno di Rupa, alle spalle di Fiume. Foto Roni Brmalj

Con l’entrata in vigore del certificato digitale verde cambiano anche le regole per l’ingresso dei cittadini dell’Unione europea in Croazia. Non vale più il principio in base al quale si può entrare liberamente dai Paesi che si trovano in zona verde come la Slovenia o l’Italia. D’ora innanzi è d’obbligo esibire al confine il green pass. In via eccezionale i cittadini che non dispongono ancora del certificato digitale possono varcare la frontiera con un tampone o un test antigenico rapido negativo, oppure esibendo un certificato di vaccinazione o di guarigione dal Covid. Fanno eccezione a questa regola i lavoratori transfrontalieri, gli studenti, i conducenti di mezzi di trasporto e in genere coloro che viaggiano per motivi di lavoro. Tutti devono disporre però di una documentazione che dimostri il loro status. A spingere le autorità di Zagabria a irrigidire i controlli è stata in particolare la minaccia rappresentata dalla variante Delta.

Facebook Commenti