Croazia. La vaccinazione anti Covid inizia il 27 dicembre

Il premier Andrej Plenkovic alla conferenza stampa di presentazione della campagna vaccinale in Croazia assieme a Krunoslav Capak, direttore dell'Istituto nazionale per la salute pubblica. Foto: Zeljko Lukunic/PIXSELL

In apertura della sessione del governo, il premier Andrej Plenković ha affermato che “dopo le impennate dei contagi, l’andamento attuale è incoraggiante, non aumenta il numero dei ricoveri né dei pazienti in terapia intensiva. Ma non c’è alcuna ragione per rilassarsi, il virus è ancora tra noi e continua a uccidere”. Di conseguenza, “è molto importante ridurre al minimo i raduni”, ha concluso il premier, ripetendo l’importanza della vaccinazione e salutando l’arrivo delle prime dosi in Croazia.
Il ministro della Sanità, Vili Beroš, ha presentato il piano della vaccinazione, rilevando che “il vaccino accessibile, sicuro ed efficace rivestirà il ruolo cruciale nella salvaguardia di vite umane, nella tutela di tutto il sistema sanitario, nell’accelerazione della ripresa economica, nella normalizzazione del sistema scolastico e dell’interazione sociale tra le persone”.
Il ministro ha sottolineato che tutti i vaccini che arriveranno in Croazia sono sicuri ed efficaci e che sono stati approvati dall’Agenzia europea per i farmaci.
Il piano è stato redatto per rendere accessibile il siero a tutta la popolazione, partendo dalle categorie più a rischio (anziani nelle Case di riposo e personale delle stesse), per poi continuare con dipendenti della Sanità e dei Servizi sociali. Seguiranno gli altri cittadini, dai più a rischio ai più giovani.
La vaccinazione inizierà ufficialmente il 27 dicembre, sarà gratuita per tutti e assolutamente su base volontaria. A scopo di informare la popolazione sulla necessità di sottoporsi all’immunizzazione, sarà avviata la campagna “Pensa agli altri, vaccinati!” (Misli na druge, cijepi se!). I ministri e il premier già oggi avevano appuntato sul bavero il distintivo recante il motto della campagna.

Facebook Commenti