Conte scrive a Plenković: «L’Italia si stringe attorno agli amici croati»

I container con gli aiuti italiani in partenza per la Croazia

Il premier italiano Giuseppe Conte ha inviato un messaggio di cordoglio al suo omologo croato Andrej Plenković. “Caro Andrej – comincia così la missiva del presidente del Consiglio -, esprimo le più sentite condoglianze mie e di tutto il governo italiano per il devastante terremoto che ha colpito la città di Petrinja e tutta la regione, provocando vittime e gravissimi danni. Il popolo italiano si stringe all’amico e vicino popolo croato in questo lutto. Colgo l’occasione per trasmettere il nostro pieno sostegno, la nostra solidarietà e la nostra vicinanza in questi momenti difficili. L’Italia è pronta a fornirvi tutta l’assistenza e tutti gli aiuti di cui avrete necessità. Nell’attesa di rivederti, ti porgo i miei più cordiali saluti unitamente ai miei migliori auguri di un 2021 che possa essere davvero un anno di rinascita”.

II premier croato Andrej Plenković e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante un incontro a Palazzo Chigi

Le parole di Casellati, Di Maio e Fico
Anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha voluto esprimere il cordoglio personale per il terremoto di Petrinja. “L’Italia è vicina al governo e al popolo della Croazia in questo difficile momento. Il mio pensiero va in particolare alle vittime, alle loro famiglie e ai feriti”.
“La mia più profonda vicinanza e quella di Montecitorio al popolo croato colpito da un violento sisma. L’Italia è al vostro fianco”. Questo invece il tweet del presidente della Camera, Roberto Fico.
Il cordogliò per il terribile sisma di martedì a Petrinja è stato espresso anche dal presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati: “Il terremoto in Croazia colpisce un Paese già duramente provato dal sisma di marzo e dal coronavirus. Un pensiero affettuoso per le vittime e per chi ha perso tutto. L’Italia è al vostro fianco con autentica amicizia e solidarietà”.
“Immediata e fattiva la solidarietà dell’Italia alla Croazia colpita dal terremoto che ha causato ingenti danni e perdite di vite umane nel Paese”, così il viceministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, in una nota della Farnesina, nella quale si precisa che è stato chiesto al capo del dipartimento della Protezione civile di attivare le procedure per la “deliberazione dello stato di emergenza per intervento all’estero”, consentendo l’intervento umanitario immediatamente predisposto dal Dipartimento. “In tragiche circostanze che colpiscono un popolo vicino cui ci uniscono profondissimi legami dettati dalla storia e dalla geografia, ancora una volta la rete italiana della cooperazione e della solidarietà internazionali ha risposto prontamente – ha evidenziato Del Re – in questo difficile momento, il popolo croato potrà contare sull`Italia e sulla nostra partecipazione concreta alle urgenti operazioni di soccorso e assistenza alle popolazioni civili colpite”.

In arrivo 100 tende dall’Italia
Intanto l’Ambasciata d’Italia a Zagabria ha reso noto che “l’aiuto della Protezione civile italiana è in arrivo, mentre un carico di 100 tende rifugio sono state già inviate per sostenere le persone bisognose a Petrinja e nel resto del Paese colpito dal terremoto. L’Italia è pronta a fornire aiuto e assistenza ai nostri amici croati”.

Facebook Commenti