Napoli-Rijeka 2-0 nella serata di Maradona

Il napoletano del Rijeka, Armando Anastasio (inginocchiato), ha appena segnato l'autogol con cui il Napoli è passato in vantaggio. Foto: calcionapoli24.it

Il Rijeka esce sconfitto, ma a testa alta dalla trasferta in casa del Napoli nella gara valida per il quarto turno del girone F di Europa League. Ma il match è passato in secondo piano, poiché la serata è stata nel segno di Diego Armando Maradona, l’asso argentino e idolo dei partenopei (due scudetti con il Napoli nel 1987 e nel 1990), scomparso mercoledì 25 novembre all’età di 60 anni. Migliaia di tifosi, prima della gara, si sono radunati intorno allo stadio San Paolo (che presto diventerà Stadio Diego Armando Maradona) per ricordare l’idolo scomparso con cori e accensione di fumogeni, sfidando le regole anti-assembramento per via del Covid. All’interno dell’impianto campeggiava l’immagine di Diego sui maxi-schermi e il nome completo della leggenda argentina su ulteriori led a bordo campo. I giocatori del Napoli, inoltre, sono scesi in campo con la numero 10 e il nome di Maradona sulle spalle.
Da segnalare che il Napoli è passato in vantaggio nel primo tempo con  un’autorete del napoletano del Rijeka, Armando Anastasio. Un nome, un destino… Il raddoppio nel secondo tempo ad opera del messicano Lozano.

Napoli-Rijeka 2-0

MACATORE: 1-0 Anastaso (Ag) al 41′, 2-0 Lozano al 76′

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Demme, Bakayoko; Politano (dal 64′ Lozano), Zielinski ( dal 64′ Insigne), Elmas; Petagna (dall’81’ Fabian Ruiz). All: Gennaro Gattuso.

Rijeka (5-4-1): Nevistić; Tomečak, Velkoski, Galović, Smolčić, Anastasio (dall’80’ Braut); Murić (dal 76′ Yateke), Čerin (dall’87’ Hodža), Lončar, Štefulj; Andrijašević (dall’87’ Frigan). All: Simon Rožman.

La fiaccolata in onore di Diego Maradona prima di Napoli-Rijeka
Il minuto di silenzio dei giocatori di Napoli e Rijeka in ricordo di Maradona
L’immagine di Diego Maradona sullo schermo del San Paolo prima di Napoli-Rijeka. Foto calcionapoli24.it
L’allenatore Rožman entra al San Paolo dove campeggia la foto di Maradona. Foto: nk-rijeka.hr
Il saluto tra Gattuso e Rožman. Foto: nk-rijeka.hr
Andrijašević contrastato da Koulibaly. Foto: nk-rijeka.hr
Una sortia offensiva di Tomečak. Foto: nk-rijeka.hr

Classifiche fornite da SofaScore LiveScore

Facebook Commenti