Video: Roni Brmalj

I lavori proseguono secondo le dinamiche previste nel cosiddetto edificio T del complesso Benčić, che nel prossimo futuro ospiterà la Biblioteca civica. Ricordiamo che questo è il terzo edificio in via di restauro in quello che diventerà il nuovo quartiere culturale di Fiume, visto che il Palazzo della direzione dell’ex Zuccherificio e la Casa dell’Infanzia sono praticamente completati e attendono soltanto la data ufficiale della loro inaugurazione.
I dipendenti della Biblioteca civica, un’istituzione che attende ormai da decenni una sede adeguata alle sue necessità, dovranno tuttavia pazientare ancora un po’, più precisamente fino a febbraio 2022, per poter entrare nella nuova sede.

La ricostruzione degli interni

I lavori alla struttura, iniziati a settembre del 2019, interessano la struttura interna dell’edificio. Infatti, dopo che poco più di un mese fa è stato smontato il tetto del palazzo, si è proseguito con il solaio al terzo piano, mentre attualmente è in corso l’opera di smantellamento del secondo piano. Al termine dell’intervento dell’edificio rimarrà soltanto il manto esterno, mentre l’interno verrà ricostruito. Ricordiamo che nell’edificio T è stata adottata la medesima tecnica di costruzione dell’edificio nell’edificio utilizzata nella Casa dell’Infanzia, per cui il palazzo una volta completato sarà una replica dell’originale. Per questo motivo, il manto esterno del palazzo è circondato dall’esterno da impalcature di sostegno che tengono saldi i muri al loro posto e impediscono che questi crollino in seguito alla rimozione della struttura interna dell’edificio.

Notevole valore architettonico e storico

Lo stabile si estende su 5.825,39 metri quadrati. Vanta un notevole valore architettonico e storico come esempio di architettura industriale risalente alla fine del XIX secolo e di tipologia di fabbriche dell’epoca. Nell’opera di ricostruzione verrà rispettato minuziosamente l’aspetto originale del palazzo, ovvero le aperture originali, le soluzioni strutturali e di modellazione, i materiali e la tecnica di edificazione.
Al pianterreno dell’edificio verranno conservate le originali colonne di ferro, mentre il progetto della futura Biblioteca civica prevede una concezione open-space. L’ingresso principale si troverà dalla parte meridionale del palazzo. Helena Labus Bačić

Foto Roni Brmalj
Foto Roni Brmalj

Facebook Commenti