Calcio. Istra 1961, una sconfitta che non ci voleva

Nella 24ª giornata la squadra polese perde per 3-0 in casa del Gorica, che segna tutti i gol nella ripresa

Slavko Blagojević protesta dopo un contatto con Dario Čanađija. Foto: Pixsell

L’Istra 1961 torna a mani vuote dalla trasferta con il Gorica, guidato dal nuovo allenatore lituano Valdas Dambrauskas, che esordisce così sulla nuova panchina con un convincente 3-0. Mercoledì al Drosina arriva l’Osijek e la situazione si fa sempre più difficile per la squadra di Prelec, che dopo 24 giornate di campionato condivide l’ultimo posto in classifica con il Varaždin, a quota 16 punti.
Si è dovuto aspettare fino al 33’ per la prima occasione. Per i padroni di casa ci ha provato Lovrić, il loro miglior giocatore, con un’ottima punizione da una ventina di metri. La conclusione ha inquadrato lo specchio della porta, ma il portiere Čondrić ha respinto il pallone che stava per insaccarsi sulla sua sinistra. Al 36’ pericoloso anche Hamad con una conclusione dal limite, bloccata ancora da Čondrić. L’occasione più netta del primo tempo è comunque capitata all’Istra 1961 al 41’. Gržan, defilato sulla destra calcia di potenza, ma l’estremo difensore del Gorica, Kahlina, devia quanto basta, poi sulla ribattuta Guzina viene anticipato da Jovičić. In pieno recupero arriva un altro tentativo su calcio piazzato dal limite: ci prova Lovrić, con Čondrić che si salva in angolo.
All’inizio della ripresa Gržan va a terra in area toccato da Jovičić, ma l’arbitro lascia correre. Al 57’ il Gorica sblocca la partita con una rete di Dvorneković il quale, servito da Hamad, si presenta a tu per tu con Čondrić. La sua conclusione da 8 metri non lascia scampo al portiere dell’Istra 1961. Al 74’ l’appena entrato Delić calcia da 20 metri, ma la rete del Gorica resta inviolata. Il gol del 2-0 all’80’ è di Maslowski che da oltre 20 metri centra l’angolo scheggiando il palo interno sulla destra di Čondrić. Risponde l’Istra 1961, ma le conclusioni di Gržan e Delić nella stessa azione, all’86’, vengono bloccate dalla difesa. Tentativo senza esito di Delić all’89’: forse un po’ tardivo l’ingresso in campo dell’attaccante giunto in prestito dall’Hajduk. Al 93’ Lovrić arrotonda per il 3-0, un successo netto del Gorica che arriva dopo il 6-0 subito al Poljud con l’Hajduk. Per i polesi invece è notte fonda.

Facebook Commenti