Slovenia. Oggi scatta il coprifuoco dalle 21 alle 6

Una ragazza con la mascherina nel centro di Lubiana. Foto Zeljko Stevanic/XINHUA/PIXSELL
Il governo sloveno fa scattare il coprifuoco. Nel tentativo di frenare la corsa del coronavirus nel Paese, l’Esecutivo ha deciso di vietare gli spostamenti dalle 21 di sera fino alle 6 del mattino successivo. La decisione entra in vigore martedì sera, 20 ottobre. Inoltre, il governo ha vietato gli assembramenti di più di 6 persone. Stop anche a funzioni religiose e matrimoni su tutto i territorio del Paese.

Ricorderemo che oggi 19 ottobre, la Slovenia ha proclamato lo stato di epidemia. “Il decreto permetterà alla Protezione civile di far scattare il piano nazionale e tutta una serie di attività collegate previste in queste circostanze”, ha spiegato il portavoce governativo,  Jelko Kacin. Le tre regioni statistiche considerate zona arancione rimangono tali, i bambini oggi vanno regolarmente all’asilo  e gli alunni delle prime cinque elementari a scuola.

Positivo il 20,36% dei tamponi
Resta alta in Slovenia, intanto, l’incidenza tra test effettuati e positività riscontrate nelle ultime 24 ore. A fronte di 2.637 tamponi effettuati si registrano 537 nuovi contagi da Covid-19; ciò significa che il 20,36% di tutti i test eseguiti sono risultati positivi. Un altro paziente è morto, sicché il totale raggiunge i 189 decessi. Le persone in cura negli ospedali per Covid-19 sono 289, di cui 55 sono degenti nelle unità di terapia intensiva.

Nove pazienti sono stati dimessi. Gli infetti attivi nel Paese del tricorno ammontano a  7.103. L’incidenza cumulativa di 14 giorni di infezioni per centomila abitanti ammonta a 339 contagi. Un totale di 13.678 casi di nuove infezioni da coronavirus sono stati confermati finora in Slovenia. Il numero dei test effettuati ha raggiunto quota  289.443.

Facebook Commenti