La «Dieta del nessuno» raccontata in un convegno

La giornata di studio, organizzata dal Consiglio regionale del Veneto e da Federesuli, potrà essere seguita in Rete

Tra i numerosi relatori il Console generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini e l’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Pierfrancesco Sacco

L’evento storico con cui l’Istria manifestò la propria italianità, quello passato alla storia come la “Dieta del nessuno”, poiché i rappresentanti della penisola rifiutarono di mandare i propri delegati a Vienna, per non esprimere dedizione all’Impero austro-ungarico, verrà ricordato oggi in un Convegno organizzato dal Consiglio regionale del Veneto e da Federesuli. Quella decisione e il particolare contesto storico, politico e sociale in cui fu presa, saranno gli argomenti al centro del Convegno scientifico che si terrà in occasione del Giorno del ricordo 2021, nella Sala Cuoi di Palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto. In apertura dell’incontro intitolato “L’autonomia delle terre venete, uno sguardo tra passato e presente: a centosessant’anni dalla Dieta del nessuno”, alle ore 10.30, si terranno gli interventi di Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto; Renzo Codarin, presidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia; Franco Luxardo, presidente dell’Associazione dei Dalmati Italiani nel mondo; Davide Bradanini, Console generale d’Italia a Fiume; Pierfrancesco Sacco, Ambasciatore d’Italia in Croazia e Davide Rossi, dell’Università degli Studi di Trieste. Ai discorsi di circostanza seguiranno quattro lezioni che si potranno seguire da casa all’indirizzo www.consiglioveneto.it, di cui la prima è intitolata “Il concetto di ‘autonomia nel Novecento costituzionale: un inquadramento concettuale” e verrà illustrata da Giuseppe de Vergottini, dell’Università degli Studi di Bologna e presidente di Federesuli; la seconda lezione, di Kristjan Knez, presidente della Società di Studi Storici e Geografici di Pirano, tratterà il tema de “Il ‘nessuno’ del 1861.
Gli episodi della Dieta provinciale dell’Istria e del Consiglio comunale di Fiume”; seguirà l’intervento di Ester Capuzzo, dell’Università La Sapienza di Roma, che parlerà de “La fine del sistema autonomistico nelle Nuove Provincie” e in ultima istanza Dario Stevanato, dell’Università degli Studi di Trieste e membro della delegazione della Regione Veneto nel negoziato con lo Stato per il conseguimento di ulteriori forme di autonomia, il quale parlerà delle “Prospettive dell’autonomia”. La “Dieta del nessuno” è un fatto pressoché sconosciuto ai più in Italia, che rappresentò un momento singolarissimo nella storia dell’Istria e della Dalmazia.

Facebook Commenti