Trasmettere la magia del cinema ai bambini

Inaugurate ieri alla Casa dell’infanzia di Fiume le Giornate del film per ragazzi, un evento destinato a insegnanti, educatori e operatori del settore

Sono state inaugurate ieri alla Casa dell’infanzia le Giornate del film per bambini, un evento destinato a insegnanti, educatori e operatori nel settore cinematografico, che lavorano con i ragazzi e vogliono avvicinare loro l’arte cinematografica.

 

Un’offerta culturale di qualità

A dare il benvenuto a docenti, colleghi e giornalisti è stata la direttrice dell’Art cinema Croatia, Slobodanka Mišković, la quale ha spiegato brevemente in cosa consiste la conferenza di due giorni e quali obiettivi si desidera raggiungere.

”Il nostro intento era di riunire tutti coloro che si occupano di film e che vogliamo indirizzare i ragazzi lungo la strada dello sviluppo di una cultura cinematografica – ha spiegato Slobodanka Mišković -. Abbiamo invitato tanti esperti da background diversi, in modo da arricchire il dibattito con spunti da svariate prospettive. La Casa dell’infanzia è il luogo ideale in questo contesto perché offre diversi livelli culturali destinati ai ragazzi e un’offerta culturale di qualità unica a livello nazionale, in quanto alla sua realizzazione contribuiscono il Museo di Arte moderna e contemporanea (MMSU), la Biblioteca civica e il Teatro dei burattini. Vogliamo trasformare la Casa dell’infanzia in un centro creativo nel quale i bambini impareranno a esprimersi con la lingua della cultura e dell’arte. In un futuro speriamo che questa alfabetizzazione culturale dell’infanzia porti alla nascita di nuove politiche culturali cittadine e conseguentemente anche nazionali. Tutto questo è possibile solo con un dialogo aperto e schietto e con un continuo investimento nel settore culturale, come tra l’altro avviene a Fiume ormai da molti anni”, ha concluso la direttrice dell’Art cinema.

L’evento è stato inaugurato dal vicesindaco Sandra Krpan

Anno estremamente prolifico

Christopher Peter Marcich, direttore del Centro audiovisivo croato (HAVC), ha preso la parola per trasmettere ai presenti i saluti del Ministro della Cultura, Nina Obuljen Koržinek, e per ricordare l’ottima collaborazione con l’Art cinema fiumano, il quale ha sempre mantenuto un intenso dialogo con l’HAVC proponendo regolarmente film croati come ad esempio “Murina”, sul cartellone della nuova stagione cinematografica, oppure “Zašto ne?”, due lavori splendidi che si possono utilizzare anche nell’istruzione dei ragazzi. La cinematografia croata, infatti, ha avuto un anno senza precedenti in quanto a numero di cortometraggi, lungometraggi o documentari prodotti.

Presenti anche Magdalena Lupi Alvir e Ivan Šarar

Nuova sala cinematografica

Il vicesindaco di Fiume, Sandra Krpan, ha inaugurato la manifestazione ricordando il grande impatto dell’Art cinema sulla vita culturale cittadina, annunciando contemporaneamente l’apertura di un nuovo cinema, ovvero di una sala per le proiezioni che si troverà nel vecchio teatrino in seno all’ex complesso industriale del Benčić. Krpan ha porto anche un caloroso saluto ai suoi colleghi insegnanti, in quanto pure lei ha lavorato come docente di lingua e letteratura croata ed ha avuto modo di incontrare e affrontare gli ostacoli legati alla trasmissione della cultura mediatica ai ragazzi.

Ha fatto seguito una tavola rotonda sul ruolo del film nell’insegnamento, ma anche tanti incontri interessanti, alcuni di carattere formale, altri informali, e proiezioni di film contemporanei. Il programma continuerà oggi con temi legati alla scuola e alle pellicole usate durante le lezioni di storia o lingua croata. La giornata si concluderà con la proiezione del film “Mio fratello rincorre i dinosauri” di Stefano Cipani alle ore 15.30.

Facebook Commenti