Lukas Nola, il regista che verrà ricordato per sempre

Il celebre sceneggiatore si è spento all'età di 58 anni dopo una lunga malattia. Obuljen Koržinek: «Ha lasciato alle spalle un'immensa produzione di film»

0
Lukas Nola, il regista che verrà ricordato per sempre
Lukas nola in una foto d’archivio. Foto: ROBERT ANIĆ/PIXSELL

Dopo una lunga lotta contro il tumore alla gola, si è spento, all’età di 58 anni, il celebre regista e sceneggiatore croato, nonché docente straordinario presso l’Accademia di Arti drammatiche della capitale, Lukas Nola. Nato a Zagabria il 31 marzo del 1964, ottenne nel 2003 la laurea in regia cinematografica e televisiva. Tuttavia, la sua fama iniziò molto tempo prima, mentre negli anni ‘90 si affermò come una delle figure chiave del cosiddetto Giovane cinema croato – corrente artistica che si opponeva fermamente alla cinematografia di impronta nazionalistica, nata su spinta delle ideologie che governavano la Guerra patriottica –, i cui esponenti comprendevano Vinko Brešan, Hrvoje Hribar, Vlatka Vorkapić e Goran Rušinović. Tra i più grandi successi di Nola della fase del Giovane cinema croato vanno ricordati “Dok nitko ne gleda” del 1992 (con Mustafa Nadarević, Nataša Dorčić, Barbara Živković e Filip Nola nei ruoli principali), “Svaki put kad se rastajemo” del 1994 (interpretato da Filip Nola, Iva Živković, Ksenija Pajić e Nina Violić) e “Rusko meso” del 1997 (che vede la recitazione di Ivo Gregurević, Barbara Nola, Goran Grgić e Ljubomir Kapor), che confermarono inequivocabilmente il particolare stile del regista, stilisticamente raffinato e carico di un’ironia e un sarcasmo taglienti. I primi anni Duemila lo videro impegnato nella realizzazione di “Nebo, sateliti” (2000) e “Sami” (2001), considerati tra le sue pellicole più riuscite. Nel 2007 diresse “Pravo čudo”, che determinò il ritorno del celebre attore Rade Šerbedžija ai ruoli cinematografici da protagonista. L’ultima pellicola completata dal regista fu “Šuti”, del 2013, mentre è attualmente in fase di post-produzione la commedia nera “Escort” diretta da Nola. Tra i messaggi di cordoglio espressi in seguito alla sua scomparsa, anche quello del ministro della Cultura e dei Media della Croazia, Nina Obuljen Koržinek, la quale lo ha definito un regista i cui lavori di culto verranno per sempre ricordati negli annali della cinematografia nazionale. “Dando prova del proprio innegabile talento artistico e della propria versatilità studiando presso l’Accademia di Belle arti, la Facoltà di Lettere e Filosofia e l’Accademia di Arti drammatiche di Zagabria, Lukas Nola ha lasciato alle spalle un’immensa produzione di film, sceneggiature e drammaturgie”, ha affermato il ministro.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display