L’italiano si racconta sui palcoscenici

Dal 21 al 27 ottobre è in programma la Settimana dedicata all’idioma. Tanti gli appuntamenti in agenda

La XIX edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, quest’anno in programma dal 21 al 27 ottobre, si presenta con la tematica “L’Italiano sul palcoscenico”. A venire coinvolti in questo evento di promozione dell’italiano come grande lingua di cultura classica e contemporanea anche i due Istituti Italiani di Cultura presenti nelle nostre zone, quello di Lubiana e Zagabria, nonché il Consolato Generale d’Italia a Fiume.
Il cartellone di quest’anno propone diversi eventi di rilievo, come l’incontro a Lubiana “La lingua sui palcoscenici condivisi”, dedicato agli operatori teatrali e cinematografici attivi tra Italia e Slovenia, nonché la lettura in musica del Canto XXVI della Divina Commedia, performance teatrale di Moni Ovadia, in programma il 23 ottobre a Lubiana e il 24 a Zagabria. L’IIC di Zagabria, tra l’altro, presenterà il progetto teatrale “Fino alla fine del buio”, dove Laura Pasetti e Lisa Capaccioli, con l’ausilio degli studenti del Dipartimento di italianistica delle Università di Spalato e di Zagabria, daranno vita a uno spettacolo che porta a riflettere sulla natura della paura attraverso racconti folkloristici del 1800.
All’IIC di Lubiana, il 24 ottobre, prima rappresentazione assoluta dello spettacolo per voce e pianoforte “Gerarchia e privilegio – da Primo Levi”, scritto e recitato da Diana Höbel, con musiche di Claudio Rastelli, commissionato dall’IIC nel centenario della nascita di Primo Levi.
L’ateneo spalatino ospiterà il 28 ottobre un seminario di studio sulla ricca tradizione scenica italiana, collocata in primis nel contesto mediterraneo e poi anche nella più vasta cornice europea. Al seminario parteciperanno i prof. Paolo Puppa, Andrea Ialloreto e Angela Fabris.
A lezione del Diritto italiano
All’Università di Fiume, Giulio Settimo e Mirko Soldano, il 23 ottobre terranno un convegno intitolato “Il Palcoscenico, strumento di divulgazione”, mentre alla Facoltà di Giurisprudenza, il 24 ottobre, è in programma un’introduzione allo studio del Diritto italiano con due simposi, “Il diritto diplomatico – consolare nella prospettiva europea” e “Violazione anticipata del contratto: regole e rimedi fra diritto italiano ed europeo”. Duplice appuntamento didattico il 25 ottobre, dove alla Facoltà di Giurisprudenza gli interessati potranno seguire la lezione “Affidamenti, adozioni e allontanamenti d’urgenza nell’esperienza della giurisdizione minorile italiana”; alla SMSI di Fiume ci sarà invece la premiazione del Concorso letterario “L’italiano sul palcoscenico”. Sempre il 25 ottobre, il Dramma Italiano presenterà la prima del progetto d’autore “La Commedia” al Teatro Ivan de Zajc. Il 28 e il 29 ottobre sempre alla Facoltà di Giurisprudenza, si continuerà con le lezioni di Diritto e “Dalla polizia al carcere: un’introduzione critica al sistema penale italiano attraverso le sue recenti trasformazioni” e “Imputato e processo giusto”.
Pola e Buie
Pola invece parteciperà alla Settimana con un incontro letterario all’Università Juraj Dobrila dove verranno presentati i volumi: “Tra ragione ed emozione. Il teatro di Giuseppe O. Longo” e “Arte della menzogna – millennium bug”.
Domenica 27 ottobre a Buie il prof. Davide Rossi, dell’Università di Trieste, presenterà il libro “Il territorio Adriatico – Orizzonte storico, geografia del paesaggio, aspetti economici, giuridici e artistici” e in Piazza San Servolo il Teatro stabile di Verona metterà in scena Romeo e Giulietta.
Inclusi nel programma pure gli alunni le Scuole elementari dalla I alla IV classe della “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” di Capodistria e delle sue tre sezioni periferiche, Bertocchi, Crevatini e Semedella, dove dal 21 al 24 ottobre vengono organizzati dei laboratori creativi nell’ambito dei quali verrà presentato il poeta Dante Alighieri e la sua “Divina Commedia”.

Facebook Commenti