Dignano. L’olio d’oliva si arrende al Covid

La tradizionale rassegna dignanese, che doveva tenersi dal 13 al 15 novembre, è stata annullata

L’appumtamento con le Giornate dell’olio d’oliva novello è stato rimandato al 2021 (foto d’archivio)

“Una decisione non semplice, ma necessaria. Annunciamo che il nostro tradizionale Salone dell’olio d’oliva novello è stato cancellato. La situazione pandemica ci pone di fronte alla responsabilità di tutelare la comunità dall’esposizione a potenziali rischi non preventivabili né controllabili”. Recita più o meno così il comunicato stampa diramato dagli organizzatori per informare che “per la prima volta, dopo 15 anni dalla sua nascita, la grande rassegna dignanese dedicata al prezioso oro verde non si terrà”. L’evento era in programma dal 13 al 15 novembre.

La salute prima di tutto
La recrudescenza della circolazione del virus e l’aumento dei casi accertati di contagio da Covid-19 in Istria hanno spinto la Città di Dignano e agli altri organizzatori a rinunciare a uno degli appuntamenti più importanti e attesi dell’anno; un appuntamento che attira e riunisce a Dignano migliaia di appassionati dell’olio extravergine d’oliva. “Cancellare l’evento è stata una decisione sofferta, ma doverosa. La salute dei cittadini viene prima di tutto” comunicano i responsabili del Salone, che nonostante i tanti sforzi e cambi di programma non avrebbero potuto comunque garantire un adeguato livello di distanziamento sociale tra i visitatori. Nemmeno all’aperto, dove tra l’altro si sarebbe dovuta tenere l’edizione 2020 delle Giornate dell’olio d’oliva novello. Come già rilevato, la decisione definitiva di cancellare l’evento è stata presa dai vertici dell’amministrazione locale sulla base di una “diagnosi” aggiornata della situazione epidemiologica e seguendo le indicazioni e le raccomandazioni dell’Unità di crisi della Protezione civile della Regione istriana.

Appuntamento al 2021
“Siamo dispiaciuti, ma al momento questa è la migliore decisione che potessimo prendere” commentano gli organizzatori, consapevoli del fatto che non avrebbero potuto né tenere sotto controllo migliaia e migliaia di visitatori né garantire il rispetto delle misure di contenimento e anti-contagio da Covid 19, soprattutto in questo particolare e difficile periodo in cui la pandemia ha ripreso a dilagare anche in Istria, che ha appena registrato la più alta incidenza settimanale di nuovi contagi dall’inizio dell’emergenza. Tuttavia, sebbene il virus abbia fermato la Rassegna, niente e nessuno potrà fermare gli organizzatori, già proiettati al 2021. “Continueremo a lavorare con passione e a sviluppare nuovi programmi e idee per l’edizione dell’anno prossimo”, concludono i responsabili delle Giornate dell’olio d’oliva novello, che invitano i tantissimi appassionati e amanti dell’olio d’oliva a visitare individualmente i produttori dignanesi, a degustare e scegliere i loro oli preferiti, ma anche tutti gli altri prodotti agricoli, continuando a godere dei benefici dello straordinario oro verde di altissima qualità e delle altre delizie e prelibatezze del Dignanese. Dall’altra parte, la Città di Dignano promette di continuare a sostenere i suoi agricoltori e produttori, che portano sulle nostre tavole prodotti e alimenti di qualità eccelsa e ricchi di valori nutrizionali che contribuiscono a mantenere livelli invidiabili di salute dei cittadini. Gli organizzatori colgono infine l’occasione per ringraziare tutti gli olivicoltori, i produttori, gli espositori, gli sponsor, i visitatori e i media che nel corso degli anni hanno contribuito alla crescita del Salone, oggi una delle manifestazioni più importanti non soltanto dell’Istria e della Croazia, ma anche dell’Europa e del mondo. “Ringraziamo tutti per la comprensione. Ci vediamo l’anno prossimo” si chiude il comunicato a firma della CIttà di Dignano e di tutti gli altri organizzatori delle Giornate dell’olio d’oliva novello.

Facebook Commenti