San Daniele e Sauris: un inchino al re prosciutto

Dusko Marusic/PIXSELL

Quindici stand allestiti nel centro di San Daniele. Sono stati affettati più di mille prosciutti, per un totale di oltre 2 milioni di fette del pregiato prosciutto crudo. In quattro giorni di festa, sono stati sfiorati 100mila visitatori, con un incremento delle presente del 12% rispetto al 2018. L’aumento dei consumi è quantificabile attorno al 10%. Non solo friulani, ma ad Aria di Festa sono arrivati turisti austriaci, sloveni e tedeschi. Successo anche per gli showcooking, che hanno visto protagonisti gli chef Bruno Barbieri, Alessandro Borghese, Antonia Klugmann, Simone Finetti, Simone Scipioni e Gloria Clama. Hanno preparato oltre 30 ricette a base di San Daniele e altri prodotti tipici del FVG, richiamando un pubblico di oltre 4mila appassionati di cucina nel corso di 11 appuntamenti culinari. Sono stati nove i produttori che hanno aperto le proprie porte al pubblico e che hanno offerto visite guidate, circa 8mila i partecipanti interessati. I mastri  norcini hanno raccontato come viene realizzata questa eccellenza dell’agroalimentare italiano, svelando i segreti di una tradizione artigianale secolare.
Da prosciutto a prosciutto da eccellenza ad eccellenza. Nei weekend del 13 e 14 e del 20 e 21 luglio, Sauris in Festa è l’apprezzata kermesse che ha come protagonista indiscusso il prosciutto, delizia che sa conquistare grandi e piccini. Degustazioni, mercatino artigianale e intrattenimento animeranno questo piccolo borgo. Secondo alcune previsioni nei due fine settimana, a Sauris potrebbero arrivare 20.000 persone in maggior parte turisti (molti dall’Austria, dai 6 ai 9 pullman a weekend), attratti dal gusto speciale di sua maestà il prosciutto, ma non mancano visitatori dal resto del Friuli, dal Nord Italia e dalla Slovenia.

Facebook Commenti