L’ex Mehanika agli imprenditori

Il futuro centro per il Co working in via Marulić

Dallo scorso mese di marzo gli spazi della “Mehanika”, l’ex concessionaria e negozio di autoricambi e accessori per auto, sono di proprietà della Città di Pola, che ora è finalmente pronta a investire nel rinnovo della struttura di via Marulić, oggi “dimora” e riparo d’emergenza di senzatetto e tossicodipendenti. Ancora per poco, però. L’amministrazione cittadina è infatti pronta a stipulare con l’Agenzia regionale per lo sviluppo un accordo sulla definizione dei diritti e dei doveri reciproci in vista del recupero e la riqualifica dell’edificio, che sarà trasformato in un moderno spazio di co-working (un nuovo modo di vivere il proprio lavoro, che prevede la condivisione degli spazi pur mantenendo un’attività indipendente) e in un centro di sostegno alla formazione e all’impresa. Il tutto senza spendere nemmeno una kuna dei contribuenti.

Opera da 16 milioni di kune

La ristrutturazione dell’edificio di via Marulić – il cui costo è stimato intorno ai 16 milioni di kune – sarà finanziata attingendo ai mezzi dei fondi dell’Unione europea, attraverso il meccanismo degli investimenti territoriali integrati, che porteranno a Pola e nelle altre località dell’estremo sud della penisola istriana ben 229 milioni di kune. Tornando all’ex concessionaria, i vertici della pubblica amministrazione ricordano che la struttura – situata di fronte al Centro sportivo “Mirna” (Pattinaggio) – è stata donata alla Città di Pola dal governo, che ha, però posto una condizione: recuperare gli spazi e metterli in funzione dello sviluppo locale entro i prossimi cinque anni. Naturalmente, l’intenzione della Città di Pola è quella di procedere quanto prima alla trasformazione dell’edificio in un centro di co-working. Proprio per questo, già nel corso della prossima seduta del Consiglio municipale (fissata per il 5 giugno) il sindaco, Boris Miletić, chiederà ai rappresentanti dei cittadini l’autorizzazione a procedere alla firma dell’accordo sulla definizione dei diritti e dei doveri reciproci con l’Agenzia regionale preposta allo sviluppo. Dopodiché, la ristrutturazione dell’edificio potrà iniziare.

Spazio per decine di imprenditori

Ma che tipo di struttura sarà esattamente il futuro centro? Stando al progetto, l’edificio avrà una superficie complessiva di 430 metri quadrati e potrà ospitare tra i 30 e 40 giovani imprenditori. Il co-working di Pola ospiterà inoltre un incubatore d’azienda dove i giovani imprenditori alle prima armi, ma anche gli studenti potranno dare libero sfogo alle proprie idee. Infatti, il centro metterà a loro disposizione uffici, computer e tutti gli altri strumenti (i fondi compresi) necessari a compiere il primo passo verso l’avvio di un’azienda redditizia. Il futuro centro di co-working di via Marulić non sarà il primo di Pola. In passato, infatti, giovani imprenditori o potenziali tali hanno avuto infatti a disposizione un incubatore d’azienda allestito presso la sede polese dell’Agenzia regionale per lo sviluppo, dove lo spazio era, però, limitato. Spazio che non mancherà di certo nell’edificio dell’ex concessionaria, che una volta ristrutturato spalancherà le porte a tanti giovani promettenti, i quali dal canto lodo dovranno dimostrare di avere non soltanto le idee più che chiare, ma anche progetti e proposte serie, interessanti e realizzabili.

Facebook Commenti