Valmazzinghi. Ambulatorio a nuovo entro la fine di gennaio

Prevista una spesa di 125mila kune, a carico della ditta «Holcim Croazia», che gestisce il cementificio locale

Nikola Kovačević, Patricija Pejić, Katja Bilić e Glorija Paliska davanti l’ambulatorio

I lavori di rinnovo dell’ambulatorio a Valmazzinghi, il cui valore è di 125mila kune, dovrebbero essere portati a termine entro la fine del gennaio 2022. È quanto confermato nei giorni scorsi dall’investitore, la ditta “Holcim Croazia”, in seguito a un incontro tenutosi presso l’ambulatorio tra Glorija Paliska, sindaco di Arsia, il direttore del cementificio di Valmazzinghi, Nikola Kovačević e Patricija Pejić, medico di famiglia dello stesso ambulatorio. Durante l’appuntamento è stato annunciato l’avvio degli interventi, che dovrebbero riguardare la sostituzione delle finestre e delle porte, il risanamento delle pareti della sala d’attesa, rovinate dall’umidità, come pure la sostituzione delle piastrelle in vinile con quelle di ceramica sul pavimento della sala d’attesa e dei bagni. ”L’ambulatorio è aperto il lunedì, il mercoledì e il venerdì nelle ore mattutine. Abbiamo circa 300 pazienti, per lo più d’età matura. Nella maggior parte dei casi si tratta di persone che ancora lavorano nel cementificio o vi hanno lavorato fino al pensionamento”, ha spiegato durante l’incontro la dottoressa Pejić, impegnata nell’ambulatorio da un anno e quattro mesi. A suo avviso, avere un medico vicino a casa propria si è dimostrato, anche nel caso di Valmazzinghi, molto importante innanzitutto dall’inizio della pandemia causata dal coronavirus. Come confermato nel corso dell’incontro, oltre agli interni dell’ambulatorio, è necessario rinnovare pure la facciata, per la quale dovrebbe essere presa in considerazione la riqualificazione energetica, oltre alla candidatura del progetto ai programmi di finanziamento. Un altro intervento necessario sarebbe adattare l’accesso all’edificio alle persone disabili, come richiesto dall’associazione di categoria albonese. A questo proposito sarà pure ampliata la porta d’ingresso dell’ambulatorio, mentre il prossimo passo comporterà la compilazione di un progetto per la realizzazione di una rampa o di un ascensore.

 

”In primavera abbiamo piantato 12 alberi sul lungomare a Valmazzinghi. Ora posso annunciare l’avvio dei lavori di rinnovo dell’ambulatorio, per la cui esecuzione abbiamo scelto la ditta “De Conte”, che dovrebbe concludere i lavori entro la fine di gennaio prossimo. Questo è il nostro regalo ai vicini in occasione del 95.esimo anniversario della fabbrica, nella quale la produzione ebbe inizio nel 1926”, ha detto il direttore Kovačević. All’incontro ha presenziato pure l’infermiera Katja Bilić.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.