Una Comunità polo culturale dell’intera località

Il sodalizio di Matterada, uno tra i più giovani dell’universo CNI, ha predisposto un ricco calendario di eventi. Ne parliamo con la presidente Katia Šterle

0
Una Comunità polo culturale dell’intera località

Fondata nel giugno del 2000, la Comunità degli Italiani di Matterada è una tra le più giovani dell’universo CNI e una delle quattro del comprensorio di Umago. Nel corso di questi primi vent’anni d’attività, è stata guidata da presidenti come Luana Visintin e Martina Dagostini, che hanno saputo dar linfa vitale alle sezioni del sodalizio, ottenendo la fiducia della popolazione locale. Abbiamo incontrato l’attuale presidente Katia Šterle per fare il punto della situazione sulla ripresa delle attività dopo due anni di sosta obbligata.

“Gli ultimi due anni, nonostante la pandemia, sono stati molto difficili per la nostra Comunità a causa della scomparsa di alcuni soci storici, come la fondatrice Nerina Crnić e Maria Visintin, come pure della situazione familiare difficile di alcuni nostri attivisti, sempre in riferimento alle condizioni di salute. Nonostante ciò, la voglia di stare insieme e ripartire è grande e le manifestazioni in programma per quest’anno ne sono la conferma”, afferma Katia Šterle.

Katia Šterle.
Foto: VEDRAN VIŠKOVIĆ

La Comunità di Matterada ha compiuto da poco il suo ventesimo compleanno. Com’è stato celebrato quest’importante traguardo?
“Date le misure epidemiologiche introdotte nel 2020, l’anniversario è stato ricordato l’anno scorso con un incontro conviviale di tutti i soci e attivisti del sodalizio, con la partecipazione dei rappresentanti della Città di Umago e dell’Unione Italiana. Inoltre, dal settembre dell’anno scorso, tutte le nostre sezioni hanno ripreso le proprie attività in presenza, preparandosi per lo spettacolo finale, in programma il 18 giugno prossimo e per le altre manifestazione alle quali parteciperemo”.

Quali sono le sezioni operanti nel sodalizio di Matterada?
“Il gruppo delle fisarmoniche, guidato da Elisa Clai, è seguito da cinque giovani membri. Pamela Sirotić coordina il gruppo d’inglese, composto da tredici attivisti, mentre il gruppo dei minicantanti, guidato da Luciana Uljenik, conta sei bambini. Al gruppo artistico, guidato da Tamara Hajduković, partecipano otto soci mentre il coro misto è composto da una ventina di membri, diretti da Vesna Jugović Pavlović. Il primo gruppo storico della nostra Comunità, ossia quello della filodrammatica, conta una decina di membri, tra adulti e giovani ed è diretto da Vlado Rota, uno dei fondatori del sodalizio. C’è poi la sezione sportiva, che parteciperà all’incontro di bocce di Lipik, in occasione dell’inaugurazione del loro bocciodromo e ai giochi dell’Unione, che si terranno il 5 giugno prossimo a Parenzo. Inoltre, dall’anno scorso è attivo il gruppo letterario e artistico ‘Letart’, diretto da Martina Dagostini, che per la prima volta in assoluto è riuscito a realizzare il calendario della Comunità degli Italiani di Matterada, con le poesie e le fotografie inerenti Matterada e le località limitrofe realizzate dai ragazzi di questa sezione”.

L’incontro di bocce del 2018 in occasione delle celebrazioni per la Madonna della Neve.
Foto: www.umag.hr

Quali eventi include il calendario delle manifestazioni di quest’anno?
“Lo scorso weekend abbiamo organizzato un’uscita, guidata dal membro della presidenza della CI Martina Dagostini, alla scoperta delle particolarità di Cherso e Lussino. Oltre allo spettacolo finale del 18 giugno, il gruppo delle fisarmoniche si esibirà nel saggio di fine anno alla fine di giugno, mentre sono iniziati i preparativi per i festeggiamenti in occasione della Madonna della Neve, in programma il 5 agosto. L’evento sarà organizzato in collaborazione con il Comitato locale e la Città di Umago e con il supporto dell’UI e dell’UPT. Per l’occasione, verrà organizato l’incontro internazionale delle fisarmoniche ‘Magicarmonica’, il raduno con i rappresentanti della Famiglia Umaghese e una serie di manifestazioni all’insegna dello sport e delle nostre sezioni”.

L’incontro internazionale di fisarmoniche ‘’Magicarmonica’’ in una delle edizioni precedenti.
Foto: www.umag.hr

Altre iniziative?
“Abbiamo notato che i soci e soprattutto i ragazzi non vedono l’ora di partecipare a qualche manifestazione e d’esibirsi. Per questo motivo siamo in contatto con le CI di Buie e di Albona per degli incontri tra i sodalizi. Prosegue inoltre il progetto ‘Comunità in tour’, con il quale abbiamo portato il nostro spettacolo di un’ora, svolto dalle nostre sezioni, in diverse località della Croazia e della Slovenia, arrivando anche fino a Catanzaro. In autunno abbiamo inoltre in programma di rinnovare la nostra storica amicizia con il coro ‘Jubilate’ di Padova”.

I membri del sodalizio durante la recente gita a Cherso e Lussino.
Foto: KATIA ŠTERLE

Per la CI di Matterada si prospetta quindi un anno ricco d’attività.
“Si, la CI di Materada è l’unico centro d’attività e di cultura in un paese piccolo come il nostro. È un vero e proprio polo d’aggregazione per bambini e adulti che, a pochi passi da casa, possono svolgere attività che senza il sodalizio non sarebbero possibili. Inoltre, la storica Casa di cultura di Giurizzani, che accoglie una parte delle attività del sodalizio, conserva e tramanda un bel pezzo di storia e un ricordo positivo per la popolazione locale”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display