Umago. Accanto alla SE «Marija e Lina» nasce il Centro sportivo

Per il progetto di 5,5 milioni la Città ottiene un sostegno ministeriale di 700mila kune

Il progetto del futuro Centro sportivo polivalente

Accanto alla Scuola elementare “Marija e Lina” di Umago, che già dispone di una palestra sportiva, dove spesso si giocano partite importanti, perché è molto bella e funzionale, sorgerà a breve pure un Centro sportivo polivalente. Nelle immediate vicinanze dell’istituzione scolastica, che attualmente è soggetta a importanti lavori per la riqualificazione energetica dell’edificio, del valore di 25 milioni di kune, sarà infatti costruita la nuova struttura sportiva, che prevede un investimento di 5,5 milioni di kune, quasi completamente a carico della Città. Questa infatti è riuscita ad assicurare un finanziamento di 700mila kune da parte del Ministero del Turismo e dello Sport, nell’ambito del concorso per l’assegnazione dei fondi per la costruzione degli impianti turistici.

Umago è l’unica autonomia istriana ad aver ricevuto il sostegno ministeriale e l’importo ottenuto è il più elevato assegnato tramite detto concorso. A porre la firma sul relativo contratto a Zagabria è stato il sindaco, Vili Bassanese.

La cerimonia della firma dei contratti a Zagabria

Il Centro sportivo polivalente, progettato dallo Studio architettonico locale MAU, avrà campi di pallacanestro, pallamano, pallavolo, nonché contenuti per l’atletica e altri sport. La morfologia del terreno dove sorgerà il Centro polivalente consentirà di realizzare un impianto somigliante a un’arena, ideale per molti sport. Il nuovo impianto, che dovrebbe entrare in funzione già nel 2021, stando a Bassanese, rappresenterà un generatore di sviluppo a livello educativo, atletico, sportivo, ma anche urbano, perché permetterà la realizzazione di eventi importanti.

“Abbiamo tenuto fede alla parola data – così Bassanese – perché abbiamo creato una Città a misura di bambino, dove lo sport è diventato importante, al punto da ottenere una nuova dimensione e una visibilità europea”.

La Scuola elementare “Marija e Lina”

Ma di investimenti in corso a Umago nel campo dell’istruzione ce ne sono anche altri: oltre alla Scuola media superiore, i cui lavori di costruzione del costo di 80 milioni di kune sono iniziati a Comunella lo scorso dicembre, è in fase di costruzione pure la scuola-asilo di Morno, del costo di 7,6 milioni di kune.
Entro la fine dell’anno, inoltre, dovrebbe iniziare pure la costruzione di una novantina di alloggi con la formula dell’edilizia agevolata per le giovani famiglie a Spinel, mentre sono in preparazione i lavori al depuratore di Manadel-Gazo, del costo di 355 milioni di kune (mezzi europei), per garantire nei prossimi decenni lo smaltimento delle acque reflue per una popolazione di 60mila abitanti. Dunque si lavora e si pianifica a tutto spiano, in questa Umago proiettata al futuro.

Facebook Commenti