Parenzo e l’importanza dei progetti europei

Parenzo prepara annualmente una cinquantina di progetti

Loris Peršurić e Morena Mičetić Fabić

Parenzo prepara annualmente una cinquantina di progetti che vengono inviati ai concorsi di finanziamento nazionali e internazionali, in media uno alla settimana. Nelle ultime due settimane sono stati candidati il progetto d’ampliamento del cimitero di Mompaderno e la prima fase di realizzazione del Campus di calcio di Parenzo, quest’ultimo del valore di circa 13.250.000 kune. Nei prossimi giorni è inoltre prevista la candidatura del progetto di realizzazione del Centro di sviluppo agricolo di Parenzo, del valore di 309mila, nell’ambito del programma Green Deal Horizon 2020.

 

Attualmente sono 47 i progetti europei in varie fasi d’attuazione, per un valore complessivo che si aggira intorno ai 526 milioni di kune. La municipalità tende a ottenere il massimo dai fondi di finanziamento europei. Dati i limiti imposti dagli indici di sviluppo, Parenzo non può partecipare a tutti i bandi e per una questione strategica si è focalizzata su quelli che offrono il cofinanziamento all’80% o la copertura totale delle spese, al fine d’ottenere i massimi vantaggi possibili, sgravando il Bilancio municipale. Questa politica è risultata particolarmente importante ed efficiente nell’anno che ci siamo lasciati alle spalle, in cui le abituali entrate di Bilancio sono state ridotte per cause di forza maggiore.
Partendo da questi presupporti, l’amministrazione cittadina ha formato una squadra, in cui operano da tre a cinque dipendenti (se necessario anche di più), impiegata nella continua ricerca di fonti di finanziamento sia nazionali che internazionale. I progetti vengono preparati con largo anticipo, in modo da essere pronti quando si presenta l’occasione buona. Molti progetti vengono disposti di comune accordo con varie a associazioni cittadine istituzioni e le aziende municipali.

La palestra per disabili allestita grazie al progetto Endurance

Numerose iniziative
Le iniziative previste per quest’anno sono state esposte in conferenza stampa dal sindaco Loris Peršurić e dall’assessore municipale all’Economia e all’Amministrazione generale Morena Mičetić Fabić. Si spazia dalla tutela della salute umana e dell’ambiente, alla digitalizzazione, allo sport, alla cultura, alla pesca, all’inclusione sociale e al consolidamento della società civile.

“Siamo lieti che alcuni di questi progetti siano già stati approvati, come il progetto Endurance, con cui la Comunità sportiva cittadina, in collaborazione con il Municipio, sta realizzando un’iniziativa che unisce lo sport e l’imprenditoria. Recentemente abbiamo presentato un progetto con l’Associazione dei disabili a Parenzo; prima ancora degli altri redatti in collaborazione con l’Associazione degli apicoltori Nektar, con la Società per la tutela e la promozione dell’uso sostenibile del patrimonio culturale, con la Casa per gli anziani e gli infermi, con l’Incubatore d’impresa, ecc. Attualmente stiamo candidando un progetto assieme al Centro per le iniziative civiche di Parenzo”, ha dichiarato Loris Peršurić.

Come ha fatto notare Morena Mičetić Fabić, nel 2020 alcune iniziative erano rivolte alla promozione del consumo del pesce nelle istituzioni prescolari, alla conoscenza delle problematiche giovanili, alla salute e alla collaborazione transfrontaliera. Molte di queste e proseguiranno anche quest’anno, come quelle che vengono realizzate nell’ambito del Programma di collaborazione transfrontaliera Interreg Italia – Croazia 2014 – 2020. Ne fa parte anche il progetto Sutra, del valore complessivo di circa 2,9 milioni di kune, teso all’introduzione di mezzi di trasporto ecologici e della linea di collegamento marittimo Parenzo – Caorle. Il progetto Stream è invece focalizzato sull’adattamento ai cambiamenti climatici e ammonta a 9,4 milioni di euro. Living Streets riguarda la tutela ambientale e la vita senza l’uso delle automobili.
Nel settore delle comunicazioni, si sta lavorando all’ulteriore sviluppo di Internet a banda larga: con il progetto WiFi4EU si mira all’ampliamento della rete Wi-Fi gratuita. In ambito imprenditoriale, oltre al citato Endurance, nell’ambito del quale accanto alla palestra “Veli Jože” ne è stata allestita una per i disabili, va ricordato il “Through EU project to digital society” (Con il progetto dell’UE verso la società digitale), candidato dall’Incubatore d’impresa assieme ad altri quattro partner e rivolto all’educazione digitale.

La scorsa settimana è stato approvato il progetto Sccale 203050, che prevede la creazione di una comunità energetica locale e lo sviluppo di un modello di finanziamento innovativo e sostenibile per l’applicazione di misure d’efficienza energetica e di fonti d’energia rinnovabile per gli edifici del patrimonio culturale.

La fase finanziaria futura porterà nuove sfide anche per quanto riguarda l’utilizzo dei fondi europei, ma la municipalità parentina è pronta per affrontarla, in conformità con le aree tematiche incluse nel quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e grazie alla collaborazione di numerosi partner, per offrire alla cittadinanza una migliore qualità della vita.

Facebook Commenti