Parenzo. Crofish, il meglio della pesca

Al XIII Salone presenti 95 espositori di Croazia, Slovenia, Italia e Spagna, con più di 280 marchi mondiali

Ante Mišura taglia il nastro

È stata inaugurata la XIII edizione di Crofish, l’importante e attesa manifestazione fieristica dedicata al pesce, alla pesca alla maricoltura e all’acquacoltura. Per l’occasione, si sono dati appuntamento al Palasport di Žatika, 95 espositori di Croazia, Slovenia, Italia e Spagna, in rappresentanza di più di 280 marchi mondiali, con in offerta attrezzature da pesca e pesca sportiva, barche e nautica.
La cerimonia d’inaugurazione è stata introdotta dalla voce di Elita Vidnjević Šain, membro del coro misto “Mosaico” e del Gruppo vocale “Parentine” della Comunità degli italiani di Parenzo, che ha intonato gli inni nazionale e regionale.
Ha preso poi la parola il direttore di Crofih, Robert Momić, presidente della Camera regionale dell’Artigianato, che rivolgendosi ai presenti sia in croato che in italiano, ha salutato tutti gli ospiti e i partecipanti, ribadendo le finalità di questo incontro fieristico. Momić ha rivolto un saluto particolare agli ospiti italiani, sottolineando la comune collaborazione quale fattore di sviluppo.
Il sindaco, Loris Peršurić ha quindi ribadito l’appoggio e l’interesse municipale a sostenere e a promuovere questa manifestazione, che riempie il nucleo urbano parentino, favorendo incontri e soluzioni ai vari problemi che assillano il settore.
Progetto di sviluppo strategico
Ezio Pinzan, assessore regionale all’Agricoltura, portando anche i saluti del presidente vicario regionale, Fabrizio Radin, ha assicurato ancora una volta l’appoggio della Regione istriana, che ha riconosciuto l’importanza di questo appuntamento e del settore pesca, per il quale si sta lavorando all’elaborazione di un Progetto di sviluppo strategico. In preparazione pure l’inaugurazione di un Centro regionale per la pesca e la maricoltura. Pinzan ha ricordato anche i progetti regionali in materia, gestiti dall’AZRRI (Agenzia per lo sviluppo rurale dell’Istria), dal suo dicastero e dall’IRTA (Agenzia regionale per lo sviluppo del turismo), ringraziando tutti coloro che si stanno impegnando per l’ammodernamento del settore.
Al settore più di 1,5 miliardi di kune
A rivolgersi ai presenti è stato pure rivolto pure Dragutin Ranogajec, presidente della Camera nazionale dell’Artigianato, che si è espresso a favore del sostegno di simili iniziative e annunciando che dall’anno prossimo Crofish sarà inserita nel piano delle Fiere della stessa Confartigianato nazionale. Di conseguenza, aumenterà il sostegno all’iniziativa, divenendo una delle due manifestazioni fieristiche a cui si darà maggior sostegno.
Ante Mišura, aiuto ministro dell’Agricoltura e inviato della presidente della Repubblica, Kolinda Grabar-Kitarović, del premier Andrej Plenković e del ministro dell’Agricoltura Marija Vučkovič, ha ufficialmente inaugurato la manifestazione parentina con il tagli del nastro. Le autorità nazionali hanno riconosciuto l’importanza strategica della pesca, emanando la Legge sulla pesca e quella sull’acquacoltura, al fine di favorirne uno sviluppo sostenibile e responsabile. Mišura, fra l’alto a capo della Direzione ministeriale addetta alla pesca, ha annunciato anche i sostegni al settore, definiti nell’ambito dei fondi europei e nazionali ossia 1,5 miliardi di kune d’aiuto alla pesca e 1,8 milioni di kune a sostegno del settore, come pure altri supporti annuali.
Hanno presenziato all’inaugurazione numerosi altri ospiti, tra cui, Anđelko Petrinić, aiuto ministro del Mare, Traffico e Infrastrutture, il vicepresidente della Regione zaratina, Šime Mršić, la presidente della Camera regionale d’Economia, Jasna Jaklin Majetić e il consigliere del primo ministro della Macedonia settentrionale, Ljube Boškovski.
Un programma fitto d’eventi
Gli organizzatori sono partiti dall’idea di raccogliere e offrire agli interessati, in un unico posto, le novità del momento e le opportunità di collaborazione interregionale e transnazionale. Tra le finalità pure il consolidamento del settore e della sua offerta in ambito locale e regionale e la sua concorrenzialità.
In agenda pure riunioni e incontri collaterali, alla presenza degli esponenti del Ministero dell’Agricoltura, dei rappresentanti dei vari cluster settoriali, delle cooperative e delle associazioni di categoria, degli esponenti del Gruppo d’azione locale per il settore della pesca e vari altri esperti nazionali e stranieri. Si confronteranno le esperienze, valutando le forme di collaborazione in atto e quelle future.
Al centro dell’attenzione, lo stato attuale del settore in ambito nazionale, le direttive operative future, l’accesso ai fondi europei, la realizzazione dei programmi transfrontalieri ARGOS, ADRI SMART FISH, PRIYE FISH e FLAG–hr, in merito ai quali sono in programma diversi incontri bilaterali.
In agenda pure i tradizionali incontri giornalieri riservati alla gastronomia, nell’ambito del Cooking show. In Riva si potrà visitare la nave da guerra “Hrvatska Kostajnica” e alcuni pescherecci moderni, tra cui gli “Audace” e “Profeta”, giunti da Chioggia. Coloro che sono interessati a osservare i fondali marini potranno partecipare al progetto educativo “Sguardo nel blu”. Spazio pure agli sport acquatici, con la gara regionale di pesca subacquea, la Regata “Crofish” e il Campionato nazionale di vela, nella classe “Optimist”. Per facilitare gli spostamenti dalla Riva al Palasport di Žatika, i visitatori possono utilizzare il trenino.
L’evento, unico del genere in Croazia, è dovuto all’organizzazione della Camera regionale dell’Artigianato, con il patrocinio del Presidente della Repubblica di Croazia, Kolinda Grabar-Kitarović, dei Ministeri dell’Agricoltura, del Turismo e quello del Mare, Traffico e Infrastrutture, della Regione istriana e della municipalità parentina. La Fiera gode pure del supporto del Fondo europeo per la pesca e l’attività marittima. La Fiera chiuderà i battenti domenica sera.

Facebook Commenti