Differenziata. Attivare le schede magnetiche

Il nuovo sistema di raccolta, selezione e trasporto ha già dato i primi risultati positivi

Il Centro di riciclaggio di Cossambra

PARENZO | Dalla fine dell’anno scorso è in vigore a Parenzo il nuovo sistema di raccolta, selezione e trasporto dei rifiuti. A distanza di oltre sei mesi, la municipalizzata “Usluga” ha fatto un resoconto per fare il punto della situazione.
In questo primo semestre, gli usufruenti dei servizi della municipalizzata erano 20.327, di cui 9.442 famiglie, 2.875 affittuari, 5.737 proprietari di case di soggiorno, 1.445 soggetti giuridici d’attività annuale, e 828 stagionali. L’azienda ha speso 18.903.740 kune per l’acquisto di 17.780 contenitori speciali e 192 di tipo condominiale, nonché per munire le isole verdi di 188 set aggiuntivi, per cui ora dispongono di 358 set, ossia il doppio rispetto all’anno scorso. Tali fondi sono serviti anche per i chip dei contenitori (in tutto 13mila), le schede magnetiche per gli utenti dei contenitori sotterrati e altre spese relative ai sistemi elettronici e informatici relativi alla raccolta dei rifiuti.
Sono stati distribuiti 11.435 contenitori per i rifiuti misti, di cui sono in uso attivo 8.769, ossia l’80%. Il numero dei contenitori soggetti al servizio d’asporto pubblico è aumentato di 2,5 volte, passando da 6.166 a 15.033. A questo numero andanno ad aggiungersi nel prossimo periodo altri 28mila. Per adempiere al servizio di trasporto, l’azienda ha dovuto aumentare il numero delle unità operative, che sono passate da 17 a 22.
Fino alla fine di giugno sono state distribuite agli utenti 4.785 schede magnetiche, delle quali 2.782, ossia il 58%, non sono state ancora attivate.
Il sistema ha favorito una riduzione del 20% dei rifiuti prodotti e un aumento di quelli differenziati. La raccolta differenziata ha, inoltre, favorito, in alcuni casi, una riduzione dei costi mensili.
D’altro canto, buona parte delle schede magnetiche è ancora inattiva e una grossa quantità di rifiuti viene deposta inadeguatamente o abusivamente. Per ovviare a ciò, si procederà con un monitoraggio puntuale e con l’introduzione del sistema di videosorveglianza. Se necessario, verranno introdotti anche metodi repressivi.
Dei 16.220 contenitori che registrano la quantità di rifiuti depositata, 4.669, ossia il 30% indica mancanza d’utilizzo delle schede magnetiche. In gran parte dei casi si tratta dei 4.917 proprietari di case di villeggiatura. (51%). Escludendo quest’ultimi, il numero si riduce al 19,10%.
L’azienda dispone del cortile di riciclaggio fisso e di quello mobile e favorisce anche la raccolta e il trasporto di rifiuti ingombranti.
Ricorderemo ancora che, per favorire il funzionamento e la diffusione delle informazioni in merito al sistema di raccolta, trasporto e selezione dei rifiuti, l’azienda sta promuovendo delle campagne educative, in collaborazione con la Municipalità.

Facebook Commenti