Un motore navale ai futuri marittimi

La Questura e la Facoltà di Marineria instaurano una bella collaborazione

La cerimonia di consegna negli ambienti dell’ex Silurificio

Il neo costituito Centro per la formazione e la ricerca della Facoltà di Marineria (PFRI) di Fiume, sito nell’ex Silurificio fiumano, ha fatto ieri da palcoscenico alla consegna del motore navale Wizeman Marine – VM 424 da parte del questore,Tomislav Dizdar, e del preside dell’istituto universitario, Alen Jugović. Trattasi di un motore prodotto in Germania, installato come uno dei due macchinari di propulsione sulla nave da pattuglia P-13, che agiva nell’area delle isole di Lussino e Cherso.

 

Nel novembre del 2007, dopo 10.600 ore di lavoro, il meccanismo è stato revisionato, riparato, conservato e messo in giacenza, mentre sull’imbarcazione ne è stato montato un altro dalle stesse caratteristiche tecniche.

Dopo che il Ministero dell’Interno ha smantellato tutte le altre navi da pattuglia della stessa serie della P-13, il motore in questione è stato rottamato. Su richiesta della Facoltà di Marineria, lo stesso ha deciso di consegnarlo gratuitamente, cosicché farà la sua bella e utile figura nell’edificio recentemente ristrutturato ad uso del neocostituito Centro per le tecnologie marine, una delle unità della Facoltà di Marineria. Le stesse comprendono processi e sistemi tecnologici relativi alla ricerca, allo sfruttamento e alla protezione del mare, dell’ambiente marino e sottomarino, tra cui le fonti energetiche rinnovabili, la ricerca degli organismi marini, la costruzione navale, l’idrodinamica e l’ingegneria dei sistemi marini, le tecnologie e l’ingegneria sottomarina, quelle per la protezione dell’ambiente marino dall’inquinamento, della sicurezza, e altre.

Nel corso delle attività laboratoriali gli studenti di architettura navale avranno modo di assistere a svariate lezioni pratiche inerenti il motore in questione, a esercitazioni, tirocini e corsi professionali, nonché gli verranno forniti gli strumenti per gestire il percorso progettuale e costruttivo di un’imbarcazione, dal brief di progetto fino alla definizione dei piani generali, ai calcoli idrostatici e idrodinamici, all’allestimento degli interni, della coperta e delle attrezzature di bordo, alla dotazione impiantistica, alla produzione in cantiere e al controllo delle fasi esecutive.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.