«Sophia». Pronti per l’autunno

Ecco il programma del Centro buiese, ideato per favorire lo sviluppo delle facoltà intellettive dei bambini

Il parco del Centro buiese

Proposto dal Centro “Sophia” di Buie il programma autunnale, che coinvolge, oltre ai bambini, pure gli adulti. “Sophia”, che in ottobre festeggerà i suoi quattro anni di attività in ascesa continua, vede come fondatrice e direttrice Marina Debeljuh e nasce con lo scopo di offrire uno spazio d’incontro e di aggregazione per i più piccoli, che va incontro alle esigenze dei bambini e dei loro genitori. Dispone di una sala abilitata per il gioco e per le attività ricreative dei bambini e di un parco giochi strutturato secondo la metodologia NTC, licenza ricevuta dal Centro sin dalla sua fondazione. La finalità principale di tutti i progetti è quella di creare uno spazio ludico dove si lavora e si gioca all’insegna dell’armonia e del rispetto reciproco, con contenuti che favoriscono lo sviluppo cognitivo dei bambini e i loro rapporti interpersonali attraverso elementi integratori ludici, che consentano di acquisire routine, semplici regole, valori sociali e di convivenza con lo scopo di sviluppare il potenziale creativo dei più piccoli in uno spazio allegro e conviviale.

 

Il programma autunnale, per il quale si sono appena aperte le iscrizioni, propone il venerdì dalle 11 alle 12, per i bambini fino ai 2 anni il “Gioco libero”, incontro nel quale al bambino verrà proposto di giocare in un ambiente sicuro e accogliente che rispetta tutte le regole di sicurezza. I genitori, che hanno l’obbligo di essere presenti durante la permanenza dei loro figli presso il Centro, potranno intanto gustarsi un buon caffè e osservare i loro bambini immersi nei giochi didattici e nel parco. “Parlando con le educatrici della Scuola dell’infanzia sita a pochi metri dal nostro Centro, abbiamo avuto la conferma che i bambini che hanno partecipato ai nostri incontri, si sono inclusi più facilmente nel loro programma”, hanno rilevato dal “Sophia”.

Lo spazio dedicato ai laboratori

C’è pure la cosiddetta “Bebaonica” dove, il venerdì dalle 9 alle 10, i genitori e i bambini, accompagnati da una guida specializzata, potranno partecipare a laboratori o “momenti di gioco” per aumentare lo sviluppo relazionale e cognitivo attraverso il massaggio, i colori, il movimento, l’olfatto, il suono e altro per stimolare già in tenera età l’intelletto e l’apprendimento psicofisico. Una volta alla settimana invece si terrà un laboratorio in lingua italiana e croata per i bambini dai 3 ai 10 anni d’età. Il Programma dei laboratori ha come obiettivo sviluppare lo stile di apprendimento individuale di ogni bambino, incoraggiare la concentrazione e l’attenzione dei bambini e influenzare una maggiore velocità di ragionamento, il tutto sviluppando pure la coordinazione motoria. Sono previste pure le “Lezioni di ballo” per bambini dai 4 ai 6 anni. Guidati da un’insegnante professionista, mirano allo sviluppo fisico, mentale ed emotivo.

Tutte le attività sono, quindi, tese a incrementare il livello delle capacità intellettuali di tutti i bambini, in accordo con gli obiettivi del programma NTC. Inoltre, per i genitori che lavorano fino al tardo pomeriggio il Centro si offre di andare a prendere il loro bambino all’asilo con mezzi di trasporto sicuri. Il team “Sophia” conclude: “Nel centro, guidati da insegnanti, educatori e collaboratori professionali membri del Gruppo NTC, i bambini potranno trascorrere il loro tempo libero giocando con giocattoli appositi creati con cura e pensati per sviluppare le loro potenzialità”.

Marina Debeljuh con alcuni bambini

Facebook Commenti