Quarnero e Gorski kotar, casi in aumento: «È colpa del Carnevale»

Maschere a Fiume qualche settimana fa. Foto Ivor Hreljanović

Vladimir Micović, direttore dell’Istituto regionale per la salute pubblica parla di un “lieve aumento” di contagi da Covid-19, nonostante le statistiche ufficiali certificano una crescita del 320% in soli sette giorni. “Speriamo si tratti solo di una tendenza passeggera” ha aggiunto Micović, il quale sembra aver inquadrato il motivo della crescita del contagio: “La situazione venutasi a creare nelle ultime due settimane è stata causata molto probabilmente dagli eventi carnevaleschi pubblici e privati, nei quali ci sono stati assembramenti più o meno grandi.
Parlando delle scuole che dal 15 febbraio sono tornate ad operare a pieno regime, Micović è abbastanza soddisfatto dell’andamento: “Attualmente ci sono  21 alunni in isolamento e 11 classi seguono la didattica a distanza. Sono dati che dimostrano che le misure epidemiologiche vengono seguite alla lettera sia dal personale scolastico che dagli alunni”.
Per quanto riguarda la campagna di vaccinazione, l’epidemiologo esprime insoddisfazione mista a impotenza. “Finora nel Quarnero e in Gorski kotar sono state vaccinate 8.630 persone, di cui 4.563 hanno fatto anche il richiamo. Purtroppo, le dosi scarseggiano, ma per la prossima settimana è stato annunciato l’arrivo in Regione di 1.170 dosi di vaccino Pfizer, mille dalla Moderna e 2.000 dalla AstraZeneca”.

Facebook Commenti