Nel Castello di Grobnico la tecnologia è di casa

0
Nel Castello di Grobnico la tecnologia è di casa
Lo splendido Castello di Grobnico

Lo splendido Castello di Grobnico offrirà, tra qualche mese, la possibilità di conoscere la sua storia e le sue peculiarità grazie a una guida multimediale. Con l’ausilio di una “realtà virtuale”, infatti, la storia si presenterà più interessante anche per i più piccoli, mentre l’hi-tech consentirà di leggere i contenuti nelle varie lingue, il che renderà attraente la visita ai turisti. Sarà possibile, inoltre, ottenere alcuni dati d’interesse relativi ai visitatori: dalla loro provenienza ai contenuti che hanno preferito. Il settore più attraente sarà indubbiamente lo spazio in cui verrà illustrata la costruzione a fasi del maniero avvenuta nel tempo. Il tutto nell’ambito del progetto “Uniamoci mediante il patrimonio” (Povežimo se baštinom), che riunirà Città e Comuni facenti parte dell’Agglomerato urbano di Fiume. Il valore di questo intervento è di 1,8 milioni di kune e il contratto per i lavori è stato firmato di recente con la ditta SGM Informatika di Spalato.

Il Castello di Grobnico

A spiegarci le modalità d’allestimento dello spazio è stato Marijan Zidarić, responsabile del futuro Centro multimediale, che avrà inoltre il compito di realizzare varie attività e programmi per lo stesso, creare nuovi contenuti, fare da guida ai turisti e presentare la statistica riguardante il numero degli ospiti e la realizzazione dei vari progetti. “Il Centro sarà sistemato nel salone che si trova nel pianoterra del Castello – ha detto Marijan Zidarić –. Non ci saranno interventi di tipo edile in quanto lo spazio non ne ha bisogno. I visitatori vedranno proiettati sulle mura interne alcuni contenuti con codice QR grazie al video mapping. Grazie a dei tablet, che potranno ritirare presso il Centro interpretativo all’interno del Castello, potranno accedere mediante il codice a tutta la storia riguardante il Castello e ascoltare l’audio. Parte dei contenuti potrà venire scaricata in seno al Centro multimediale, un’altra invece visitando le altre zone del Castello. Ci saranno in totale 35 punti.
In pratica, verrà soltanto ampliata l’attuale offerta. Infatti, quando ci sono dei gruppi organizzati, noi li portiamo a visitare tutto il Castello perché è un po’ difficile dividere costruzioni del genere in più sezioni. Avranno, quindi, comunque l’occasione di vedere tutto e non solo la parte multimediale. Partiremo dalla muraglia per poi passare all’atrio, agli scantinati, al belvedere, al Centro interpretativo dove si può conoscere la storia dei Frankopan, il museo etnografico per poi finire al pianterreno. Va detto, però, che esiste una grande differenza tra quanto si può leggere con la scansione del codice QR e quanto viene raccontato a voce, magari rispondendo a delle domande. Molte persone preferiscono una guida in… carne e ossa. Sarà un modo per fare contenti tutti. Il Centro sarà aperto sia ai gruppi che a visitatori singoli che, magari, preferiscono fare il giro da soli in tutta tranquillità”.

Marijan Zidarić

Contenuti in 4 lingue

I contenuti riguarderanno per lo più la storia del Castello con tutte le sue caratteristiche e la vita dei Frankopan e si potrà optare tra quattro lingue: croato, italiano, inglese e tedesco.

La sala che sarà adibita a Centro multimediale è uno spazio multifunzionale in quanto tutti gli eventi legati al Castello si svolgono, in caso di freddo o maltempo, al suo interno. L’apertura è prevista a maggio.

La sala che ospiterà il futuro Centro multimediale

Nell’ambito del progetto “Uniamoci mediante il patrimonio”, il Comune di Čavle porterà a termine anche altri interventi che riguardano la ricostruzione degli spazi al piano superiore del Castello, dove sono collocate la Galleria d’arte contemporanea di Grobnico e la locale Cattedra del Sabor ciacavo. Infatti, lo spazio da esse occupato, presenta due manchevolezze: l’ambiente destinato al deposito è troppo piccolo, poco illuminato, con un’entrata in galleria troppo angusta, in cui mancano i sistemi di riscaldamento e raffreddamento. Grazie a questo progetto, verrà rimesso a nuovo l’intero piano al fine di modificare l’ordine degli spazi, rendendoli più rappresentativi, funzionali e agibili. È prevista la ristrutturazione delle pareti, del parquet, dei soffitti e dei servizi igienici e l’adeguamento del sistema di riscaldamento e raffreddamento, il che assicurerà migliori condizioni di vita sia per chi vi lavora che per i visitatori delle varie manifestazioni, le quali potranno svolgersi anche fuori stagione estiva, nel rispetto delle vigenti misure antiCovid.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display