Il Soccorso alpino otterrà un’elibase

Si è riunito per la prima volta il team di coordinamento per il Centro Rujevica

Nella sede della Regione litoraneo-montana in via Adamich si è svolta la prima sessione costituente del team di coordinamento per la realizzazione del progetto di costruzione del Centro sanitario Rujevica. Ne fanno parte il vicepresidente della Regione, nonché coordinatore, Vojko Braut, il vicesindaco Goran Palčevski, il capodipartimento regionale per le finanze, Krešimir Parat, il capodipartimento per lo sviluppo regionale, l’infrastruttura e la gestione dei progetti, Ljudevit Krpan, il direttore della casa di salute, Vladimir Mozetič, il direttore del Centro di medicina d’urgenza, Davor Vukobrat, il responsabile del Soccorso alpino di Fiume (HGSS), Marko Andrić e la ff di capodipartimento per la sanità, Silvia Hunjadi Korošec.

 

Si tratta di un progetto strategico, che raggruppa tutte le risorse e le attività dei servizi d’emergenza, il che comprende anche la costruzione dell’elibase, della nuova Casa di salute e dell’Istituto regionale di medicina d’urgenza. La costruzione è prevista su uno spazio di 13mila metri quadrati di proprietà della Città. L’HGSS ha messo in atto la realizzazione del progetto 9 anni fa e la location è stata scelta in base alle buone condizioni meteorologiche nonché per la vicinanza della tangenziale e il raccordo di Rujevica, grazie al quale sia il CCO che le altre parti della città sono presto raggiungibili. Inoltre, questa zona ha la possibilità di coprire territori quali le isole, l’Istria, il Gorski kotar e la zona del Velebit settentrionale.

Il valore dell’investimento supera i 10 milioni di euro e quindi il team di coordinamento sta valutando ulteriori fonti di finanziamento. Nel Bilancio regionale sono stati assicurati 1,5 milioni di euro per la documentazione e per i lavori edili dell’HGSS. Dato che la futura struttura occuperà un lotto di proprietà della Città, l’HGSS ha firmato un contratto che gli permetterà di edificare senza addebiti.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.