Hotel Continental: precipita un calcinaccio dalla facciata

Dopo varie segnalazioni, sul posto è stato effettuato un sopralluogo delle guardie comunali. Non ci sarebbe un pericolo imminente

Grattacapi per i proprietari dell’albergo

La terrazza non era affollatissima, ma un po’ di gente c’era. C’eravamo anche noi in prossimità dell’ingresso dell’albergo Continental nel momento in cui, a non meno di un metro di distanza dai tavolini del ristorante, è piovuto qualcosa dal cielo, frantumandosi per terra ai nostri piedi. Quel qualcosa era un calcinaccio che non è piovuto dal cielo, bensì dalla facciata dell’edificio, presumibilmente dai piani superiori. Mentre ci guardavamo sbigottiti sopra il nostro caffè, è giunta velocissima una cameriera con scopa e paletta e quindi, dalla reception, un signore che dopo una fugace occhiata ha ripreso la sua posizione.

 

Abbiamo informato immediatamente i servizi a cui ci si rivolge in questi casi, cioè alle guardie comunali. Quindi, con una certa soddisfazione, siamo stati informati del fatto che qualcuno ci ha preceduti nella segnalazione. Abbiamo ricevuto una risposta in forma scritta dopo poche ore e anche questa è una buona notizia. “Nonostante l’hotel Continental sia di proprietà privata e quindi fuori dalle dirette competenze dei servizi in seno alla Città di Fiume, le guardie comunali hanno ricevuto la segnalazione e si sono recate sul posto per fare un sopralluogo. È stato appurato che non erano visibili dei danni alla facciata dell’albergo che rappresenterebbero, in base alla Legge sull’ispezione edilizia, un pericolo per l’incolumità delle persone. Inoltre, il responsabile tecnico dell’albergo è stato messo a conoscenza del problema e dell’obbligo tassativo a provvedere al controllo dei cornicioni affinché non si ripetano fatti simili, informando sull’esito la nostra Direzione”, è la risposta che ci è stata inviata dopo il sopralluogo degli organi preposti.

A questo punto dobbiamo accontentarci della risposta, anche se la vicenda sarebbe stata ben diversa nel caso in cui quel calcinaccio si fosse frantumato sulla testa di qualcuno, un’ipotesi non remotissima. Se fosse caduto soltanto un metro da una parte o dall’altra, oggi ne parleremmo in un contesto molto più serio e i proprietari dell’albergo, la Jadran Hoteli, si ritroverebbero a dover affrontare rogne ben peggiori.
Detto ciò, vale la pena ricordare in che modo un cittadino può segnalare alle autorità situazioni come questa. C’è il modo più tradizionale, attraverso il numero gratuito 0800 5100 (0-24). Segue il metodo “canonico” con l’invio di un’e-mail a [email protected] e, infine quello più immediato, introdotto pochi mesi fa. Si tratta dell’applicazione gratuita “Gradsko oko” che consente, con il nostro smartphone, delle segnalazioni corredate da foto o video. Inoltre, tramite la stessa applicazione, c’è l’impegno da parte degli organi preposti di informare sull’andamento del procedimento il cittadino che vi si è rivolto. Chi gestisce l’app, provvede a smistare le segnalazioni ai servizi competenti che possono essere municipali, regionali o statali.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.