Università di Capodistria, cooperazione nella ricerca

Sottoscritta la Lettera d’intenti con la società italiana “Technix”, specializzata nella realizzazione di unità mobili per la radiografia e la fluoroscopia.

Aniello Aliberti e Klavdija Kutnar

All’Università del Litorale è stata sottoscritta la Lettera d’intenti con la società italiana “Technix”, specializzata nella realizzazione di unità mobili per la radiografia e la fluoroscopia. Nell’occasione i partner hanno espresso la loro disponibilità a cooperare nella ricerca e nello sviluppo di progetti congiunti e nell’istruzione, nonché nello sviluppo di prodotti innovativi. La collaborazione verterà inoltre nello scambio di esperti e studenti, sotto forma di borse di studio per gli universitari e di buone pratiche tra i dipendenti.
La Lettera d’intenti è stata firmata dal Rettore dell’Ateneo, Klavdija Kutnar, che ha sottolineato l’interessamento della Facoltà a cooperare con partner internazionali aggiungendo che “l’Università del Litorale intende instaurare una cooperazione con aziende nel campo della ricerca scientifica interdisciplinare. Sono convinta che con tale intesa stiamo avviando una cooperazione produttiva”. Il presidente della società italiana Aniello Aliberti, che ha firmato il documento in rappresentanza della “Technix”, ha sottolineato che l’azienda sta già collaborando con il mondo accademico. “La nostra società, già partner di alcune tra le principali società tecnologiche mondiali, s’impegna per nuove soluzioni e sviluppi tecnologici e in quest’area troviamo opportuno collaborare pure con l’Università del Litorale”, ha affermato Aliberti. I vertici dell’Ateneo hanno ribadito che dispongono delle migliori conoscenze nel campo delle scienze naturali e di laboratori modernamente attrezzati, il che consente loro di progettare programmi di ricerca e soluzioni per partner nel settore produttivo.

Facebook Commenti