Dalla continuità alla condivisione al cambiamento

Tre liste a confronto per la CAN

0
Dalla continuità alla condivisione al cambiamento
Confronto elettorale dei candidati per la CAN. Foto: KRIS DASSENA

Ieri sera è andato in scena il secondo confronto elettorale organizzato dalla Comunità degli Italiani di Pirano in vista del voto di domenica prossima, che ha visto la partecipazione dei candidati al Consiglio della CAN. Larga la partecipazione dei connazionali interessati alla carica di consigliere. Tre sono le liste scese in campo, con complessivamente 31 candidati, che si contenderanno gli 11 posti disponibili. La lista “Pirano Insieme” punta sulla continuità, presentando un programma improntato sulla tutela dell’italiano, la valorizzazione del patrimonio storico-culturale e sulla realizzazione del bilinguismo. Riguardo a quest’ultimo aspetto, affermano la necessità di vigilare e sensibilizzare l’opinione pubblica sul fatto che la lingua italiana sia viva e presente sul territorio. Fra le priorità indicate pure quelle di dare visibilità alla CAN e migliorare i rapporti con le istituzioni del territorio, nonché coinvolgere i giovani e gli anziani. Per la lista “Impegno e futuro” la parola d’ordine è condivisione, in quanto credono che le questioni importanti che riguardano la CNI vadano condivise con la base, stimolando il coinvolgimento dei connazionali. Uno dei loro principali intenti è quello di portare innovazione nei contenuti proposti sinora. Si adopereranno, inoltre, a sollecitare un monitoraggio capillare della mancata applicazione del bilinguismo. Tra i punti fondamentali dell’indirizzo programmatico, anche la necessità di creare una strategia di sviluppo per i prossimi anni. I rappresentanti di “Semo de qua”, invece, sono convinti che è necessario portare cambiamento. Tra i capisaldi del programma rivedere le priorità di Casa Tartini, che a loro avviso non è più idonea a ospitare tutte le attività promosse. Insisteranno, pertanto, affinché vengano trovati degli spazi adeguati fuori dal centro storico. Per avvicinare i connazionali alla vita comunitaria vanno organizzati, a loro dire, incontri mirati e di interesse comune, ponendo particolare attenzione alla socializzazione e alla convivialità.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display