Destefano: “Giochi già fatti, però…”

0
Destefano: “Giochi già fatti, però…”
Foto Gianni Katonar

Con una conferenza stampa a Palazzo Manzioli, Stefano Destefano ha presentato a poche ore dalla chiusura della campagna elettorale le motivazioni che lo hanno spinto a candidarsi, domenica prossima, al seggio specifico per la CNI in Consiglio comunale a Isola. Affiancato dal primo promotore della sua candidatura, Fiorenzo Dassena, ha voluto in primo luogo ringraziare Amina Dudine per avergli consentito di presentarsi agli elettori isolani. Agente immobiliare di origini lucane, trasferitosi a Corte d’Isola dove vive con la sua famiglia, si è detto profondamente innamorato del territorio e di considerarlo la sua vera casa. Ha rilevato che è sceso in campo alle amministrative pur sapendo di non poter vincere alle elezioni, poiché a suo avviso i giochi sono già fatti e gestiti proprio dai suoi avversari politici. Ha denunciato la mancanza di libertà d’espressione, il presunto timore degli appartenenti alla CNI di parlare liberamente perché strettamente legati, da vari interessi, alla Comunità italiana. Ciò, invece, non vale per lui che è assolutamente indipendente, con attività imprenditoriali lontane dalla realtà minoritaria. Nelle dichiarazioni rilasciate ai giornalisti ha rilevato che il punto principale del suo programma è la completa attuazione del bilinguismo. Non conoscendo lo sloveno, se eletto, sarebbe suo compito ottenere dal Comune la documentazione e le comunicazioni integralmente anche in italiano, rendendo un servizio a tutti i connazionali. Inoltre, ha assicurato che la sua porta rimarrebbe sempre aperta per chiunque abbia problemi o idee da esporre e sarebbe poi ben lieto di poterli aiutare ad arrivare a soluzioni concrete. Destefano ha sollecitato gli elettori a cerchiare domenica il numero due sulla scheda elettorale, accanto al quale troveranno il suo nome.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display