Ue, croati tra i più colpiti dall’inflazione e con l’euro…

0
Ue, croati tra i più colpiti dall’inflazione e con l’euro…
La doppia esposizione dei prezzi in euro e kune è in atto dallo scorso mese di settembre. Foto Emica Elvedji/PIXSELL

Il 40% delle entrate di una famiglia tipo croata viene speso per il cibo. È questo la conclusione a cui è giunto l’Istituto nazionale per la statistica in un rapporto presentato dal tg della Tv pubblica (Hrt). Per questo motivo, sottolinea il report, “i croati sono tra i più colpiti a livello Ue dall’inflazione galoppante”. Secondo i dati dell’Istituto, il prezzo dei generi alimentari a settembre è aumentato del 20% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, mentre i cittadini “temono che con l’adozione dell’euro (che entrerà in vigore il 1.mo gennaio 2023, ndr) i prezzi saliranno ulteriormente”.

Il tasso d’inflazione a settembre ha raggiunto, infatti, il 12,8%, una percentuale mai registrata nella trentennale storia dello Stato croato. “L’aumento dei prezzi è molto più alto rispetto al tasso d’inflazione”, ha detto un consumatore intervistato dal tg, il quale ha spiegato che lo zucchero costava 4 kune, mentre ora il suo prezzo è il doppio. Stesso discorso per il miele, la farina…

 

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display