Tutto sul vaccino. Ecco le domande e risposte più frequenti

Alcune fiale del vaccino Pfizer/BioNtech

La campagna vaccinale è iniziata, ma ha subito un brusco stop a causa della mancata consegna delle dosi concordate da parte delle case farmaceutiche. Questa situazione si è verificata anche nella Regione litornaeo-montana. Nonostante ciò, Vladimir Mićović, direttore dell’Istituto regionale per la salute pubblica, ha voluto informare l’opinione pubblica sul vaccino, sule sue caratteristiche, sui suoi vantaggi, i suoi possibili effetti collaterali, su chi dovrebbe vaccinarsi e chi no. Ecco qui le domande e risposte:

I giovani devono vaccinarsi?

Il Covid può avere delle conseguenze serie e durature indipendentemente dall’età. Le ricerche fatte finora dimostrano che gli organi più colpiti sono polmoni, cuore, cervello, reni, e che i giovani possono sviluppare la Sindrome della stanchezza cronica e problemi alle congiunture. Perciò, è consigliata la vaccinazione anche tra i giovani.

Immunizzazione anche per i più piccoli?

I vaccini non sono stati testati e nemmeno autorizzati per i bambini. Quindi, è meglio evitare l’inoculazione del siero.

E le donne incinte e quelle che allattano?

Non esistono controindicazioni in questo senso, poiché i vaccini mRNK non hanno dimostrato un elevato rischio. Comunque prima di fare l’iniezione, le donne incinte e quelle che allattano dovrebbero consultarsi con il proprio medico di fiducia.

Le persone affette da malattie acute possono ricevere il farmaco?

Queste persone non dovrebbero vaccinarsi contro il Covid, come nel caso di qualsiasi altro vaccino.

E quelle che soffrono di malattie croniche?

Le persone che soffrono di malattie croniche, come tumori, problemi al sistema cardiovascolare e malattie autoimmuni, possono ricevere la dose di vaccino dopo aver ottenuto il via libera del medico specialista.

La mascherina è obbligatoria anche dopo l’immunizzazione?

Nonostante il vaccino assicuri la tutela dal Covid, ancora non esistono delle informazioni sul fatto che i vaccinati, indipendentemente dall’immunità, possono essere dei portatori asintomatici del virus. Proprio per questo motivo si consiglia l’uso della mascherina e il rispetto delle misure restrittive anche dopo la vaccinazione.

Quali sono gli effetti collaterali?

In base alle informazioni in possesso dell’Agenzia per la raccolta delle informazioni sugli effetti collaterali dei farmaci e dei vaccini (Halmed), gli effetti collaterali causati dal vaccino antiCovid sono di intensità leggera fino a media, nonché di carattere passeggero. Nella maggior parte dei casi si manifestano come rossore e gonfiore nel punto dell’iniezione, mal di testa, febbre ed eruzioni cutanee. Come tutti i farmaci, il vaccino può provocare una reazione allergica, ma questi casi finora sono stati molto rari. Gli allergici, comunque, dovrebbero consultarsi con il proprio medico prima di farsi inoculare il siero antiCovid.

Facebook Commenti