Slovenia, trend sempre alto: 43 casi e un decesso

Il valico di confine di Castelvenere. oto: Srecko Niketic/PIXSELL

Continuano a destare preoccupazione le cifre dei nuovi contagi che si registrano in Slovenia anche perché il trend continua a essere alto come lo è stato tutta la settimana. Nelle ultime 24 ore, su 1.203 test eseguiti, il coronavirus è stato riscontrato in 43 casi.
Purtroppo si registra il decesso di una persona sicché il numero totale delle vittime sale a 131. Attualmente sono solo 18 i pazienti ricoverati in ospedale, nessuno dei quali in terapia intensiva. Due pazienti sono stati dimessi.
Finora in Slovenia sono stati confermati 2.617 contagi da coronavirus: 370 sono i casi attivi.
I 43 contagi di oggi (5 più di ieri) si sono verificati in 26 comuni: la maggior parte, ancora una volta, a Lubiana, dove sono stati confermati dieci contagi.
Il ministero della Salute fino a giovedì scorso ha emesso 52mila decreti di quarantena , o 1.500 da lunedì a giovedì. Entro lunedì ne erano stati emessi 50.500. Il ministero afferma che dopo l’inclusione della Croazia sulla lista rossa, la procedura sarà adeguata in modo che l’emissione dei decreti proceda il più rapidamente possibile.
Il ministero spera che il maggior numero possibile di cittadini sloveni ascolti l’appello del ministro della Salute Tomaž Gantar e rientri a casa dalla Croazia prima dell’introduzione della quarantena al confine, che entrerà in vigore lunedì a mezzanotte.

Facebook Commenti